TRIESTE FORUM
login.php profile.php?mode=register faq.php memberlist.php search.php http://trieste.forumer.it

Indice del forum » negozi,ditte,fabriche,industrie » costo dei negozi
Nuovo Topic  Rispondi Precedente :: Successivo 
costo dei negozi
MessaggioInviato: Lun Apr 24, 2006 3:52 pm Rispondi citando
servolo
Registrato: 09/10/05 15:55
Messaggi: 2194
Località: trieste




In Trieste e il mare Karolina scrivi:

chissà de no!!!!! cussì ben che andemo, co vado in centro trovo sempre più spesso negozi chiusi. I giovani non trova lavor probabile che ghe tochi andar in Slovenia, almeno lori ga voia de crear posti de lavor e non come qua de noi che li disfà!!!!
...........dato che là l'argomento me pareva un poco Smile continuo qua con un toco del piccolo de oggi:


L’esempio più macroscopico è piazza Goldoni: la riqualificazione non ha trainato il rilancio commerciale. «Per l’ex Planet - si lamenta Franco Rigutti, presidente dell’Associazione commercianti al dettaglio - non vi è alcuna prospettiva di apertura di attività commerciali. Gli altissimi affitti richiesti hanno stroncato tutte le ambizioni e le progettualità che pure non mancano nemmeno a livello locale.» Palazzo Tonello, recentemente ristrutturato, rimane così desolatamente vuoto da ambo i lati del pianterreno. «Vi sono molti giovani triestini che intenderebbero avviare un’attività commerciale in proprio - spiega Andrea Gelfi presidente del Gruppo giovani imprenditori della Confcommercio - ma restano inermi di fronte a richieste di affitto di 10 mila euro al mese per un piccolo foro nell’area tra via Mazzini, via San Nicolò e corso Italia. Se si considerano poi spese e tasse ce n’è da scoraggiare anche chi ha buone liquidità.»
Un minimo di turn-over esiste, ma il salotto buono di Trieste non decolla (un altro esempio è l’ex Tommasini di via Mazzini) né per la qualità degli esercizi, né per il volume degli affari. «Se pensavamo che la riqualificazione urbana potesse indurre effetti positivi di questo tipo - afferma Rigutti - in piazza Goldoni, a prescindere dal giudizio sul risultato estetico, finora c’è stata purtroppo una risposta negativa. Il gioco al rialzo degli affitti mantiene locali appetibili desolatamente vuoti e di parcheggi da anni si continua a parlare, ma in realtà in zone cruciali (più o meno l’area compresa tra piazza Unità, piazza Sant’Antonio, piazza Goldoni e via Carducci, ndr.) non si è neanche incominciato a realizzarne nemmeno uno.» La conseguenza è che sarebbero poco incentivati alle compere in centro gli stessi triestini, ma che soprattutto sono ben pochi gli acquirenti attirati dal resto della regione, da Veneto, Carinzia, Slovenia e Croazia.
Un lettore solo qualche giorno fa in una lettera ha ricordato la morìa registratasi negli ultimi tempi proprio attorno a piazza Goldoni: hanno chiuso un negozio di abbigliamento, uno di fotografia in via Gallina, uno di scarpe in via Pellico, una gastronomia in largo Santorio. Ad essi si è aggiunta da una settimana o poco più la chiusura della libreria rimasta aperta solo per pochi anni vicino al Cremcaffé (che oltretutto ha seguito di poco la chiusura di altre due librerie cittadine: la Bancarella di San Giacomo e la Utet di via Fabio Severo). Piazza Goldoni dunque, mai inaugurata ufficialmente e con un monumento che non è stato ancora intitolato, attende ancora, oltre al ripristino delle tende d’acqua uno dei punti qualificanti della sua riqualificazione, il rilancio definitivo.

.........e alora con stì prezi se vedi che negozi novi xe solo quei col balon rosso fora dela porta, come che i tira vanti no rivo a capir,i me par bastanza svodi e tropi, considerando che i gà tuti più o meno la stessa mercanzia.........
Servolo

_________________
se no guanta cambia
Profilo Trova tutti i messaggi di servolo Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Lun Apr 24, 2006 7:21 pm Rispondi citando
Babu
Registrato: 15/10/05 15:42
Messaggi: 609
Località: Trieste




Quel che penso de Rigutti ve lo digo in privato, tanto per evitar querele. Quel che penso dei vari "presidenti", luminari & Co. che gà la bacchetta magica per risolver i problemi de economici de la città, anche. Sempre per evitar querele.
Xe de poco fà la notizia che el primo saccente imprenditor del commercio locale xe stà riconfermà nel suo ruolo de Sindaco. Dopo cinque anni del suo governato la maggioranza della popolazion gà reputà che el suo operato sia meritevole de riconferma.
Allora, perché lamentarse ?



P.S. xe ancora posto all'Istituto Rittmayer ?

_________________
Babu
Profilo Trova tutti i messaggi di Babu Messaggio privato
MessaggioInviato: Mar Apr 25, 2006 12:49 am Rispondi citando
Aussie Kangaroo
Registrato: 15/01/06 11:54
Messaggi: 1777
Località: Vermean




A parte el fato che anche i cinesi comincia a afitar i locai perchè no ghe tira nianche a lori, el problema no xe i afiti alti perchè se ghe fossi giro de afari, i locai saria ben che aviadi: el problema xe che no xe in giro gente che compra: se un comerciante falissi xe perchè no'l vendi no perchè el ga i afiti tropo alti (che dopo comunque iuta a mandar in malora un'atività).
15000 poveri a Trieste xe una cifra enorme. E visto l'esito eletorale penso sia destinado a aumentar.

_________________
Ci vuole tutta una vita per capire che nella vita non serve capire tutto
Profilo Trova tutti i messaggi di Aussie Kangaroo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
MessaggioInviato: Mar Apr 25, 2006 7:32 am Rispondi citando
servolo
Registrato: 09/10/05 15:55
Messaggi: 2194
Località: trieste




............calma,gente,calma...................
.Trieste gà ancora tante piaze e tanti alberi che se pol tajar, e el ne prometerà de prometerne ancora tanto...........
intanto co me riva l'ICI, cossa fazo ghe la porto al botegher? paga lui?
Servolo

_________________
se no guanta cambia
Profilo Trova tutti i messaggi di servolo Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Mar Apr 25, 2006 12:15 pm Rispondi citando
Karolina
Registrato: 06/10/05 10:05
Messaggi: 1354
Località: trieste




se vedi ch'el triestin ghe va ben cussì.....no servi lamentarse dopo .....
Profilo Trova tutti i messaggi di Karolina Messaggio privato
MessaggioInviato: Mar Apr 25, 2006 12:33 pm Rispondi citando
servolo
Registrato: 09/10/05 15:55
Messaggi: 2194
Località: trieste




Salve,stamatina un gireto in centro e vedo che TUTTI i negozi dei cinesi xe verti, col scooter se fà presto a girar Chinatown, tuto verto e anche in piazza Garibaldi, decido de rampigarme a s.Giacomo verto anche quel visavis dela cesa e più in sù una lavanderia.Esisti un regolamento? Se pol far quel che se vol? Anni indrio un botegher rional xe stà pizzigado dei tubi a portar la spesa per un cliente de matina prima del'orario de apertura. el se gà becà una bona multa.Podè spiegarme come che funziona i orari per le feste? Una roba xe positiva: almeno le grandi navi de crociera che riverà in città troverà negozi verti, che se spetemo i nostri Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
Servolo

_________________
se no guanta cambia
Profilo Trova tutti i messaggi di servolo Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Mar Apr 25, 2006 6:14 pm Rispondi citando
giacomin
Tutor
Registrato: 12/10/05 08:20
Messaggi: 1561
Località: Trieste




Anche al PAM iera verto dale 9 ale 19...... e alora no so proprio se xè ancora in vigor regolamenti.

_________________
Tutto passa.....meno el bus che te speti
Profilo Trova tutti i messaggi di giacomin Messaggio privato Invia email HomePage
MessaggioInviato: Mar Apr 25, 2006 11:07 pm Rispondi citando
Aussie Kangaroo
Registrato: 15/01/06 11:54
Messaggi: 1777
Località: Vermean




El regolamento esisterà ancora, ma se i vigili xe in festa ....

_________________
Ci vuole tutta una vita per capire che nella vita non serve capire tutto
Profilo Trova tutti i messaggi di Aussie Kangaroo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
MessaggioInviato: Mer Apr 26, 2006 10:52 am Rispondi citando
Karolina
Registrato: 06/10/05 10:05
Messaggi: 1354
Località: trieste




per i orari dei negozi... basta veder "Le Torri", me sembra che i ga chiuso solo el giorno de Nadal e se no sbaglio i ga verto anche pe'l 1 maggio!!! (festa dei lavoratori) e pensar quanti scioperi che se ga fatto per aver certi diritti, adesso i fa quel che i vol del dipendente.
Profilo Trova tutti i messaggi di Karolina Messaggio privato
MessaggioInviato: Mer Apr 26, 2006 11:00 am Rispondi citando
Babu
Registrato: 15/10/05 15:42
Messaggi: 609
Località: Trieste




servolo ha scritto:
Esisti un regolamento? Se pol far quel che se vol? Anni indrio un botegher rional xe stà pizzigado dei tubi a portar la spesa per un cliente de matina prima del'orario de apertura. el se gà becà una bona multa. Podè spiegarme come che funziona i orari per le feste?


A memoria le 40 ore settimanali de apertura dei negozi xe stade aumentade nel 1997 dalla giunta Illy in virtù de una riclassificazion de Trieste come "città turistica". Cussì se iera prima passai alle 52, dopo alle 70 ore (max) e dopo addirittura all'orario libero. No sò se xe stade fatte ulteriori variazioni, ma se cussì no xe disemo che l'orario de apertura dei negozi in teoria poderia eser 24 su 24.
Se questa iniziativa xe 'ndada a beneficio dell'utenza che no la iera più costretta a concentrar i acquisti in orari ristretti, iera però l'altra faccia de la medaia: più ore de apertura, più costi per el personale, per la luce, ecc.

I grandi luminari de l'economia patoca gaveva fatto l'equazion "più ore de apertura = maggior incasso", non calcolando che l'aumento dei costi no xe proporzionale all'incasso ma devi eser assorbido dal ricavo, quindi l'incremento no segui un criterio de pari percentuale.

In sintesi, se per gestir un negozio verto 40 ore settimanali bastava due commesse, za con 52 ore serviva almeno tre commesse e aumentando a 70 ore ghe ne voleva almeno 4. Una commessa, all'epoca, costava circa 34 milioni all'anno (paga, contributi, ferie, tfr), ma no xe che un negozio gaveria duvudo incrementar l'incasso del puro costo de commessa, ma de un importo pari al guadagno de 34 milioni all'anno !!
Me spiego mejo: un negozio de abbigliamento gaveva un ricarico medio del 66% sulla merce venduda. Cioè, i comprava a 100 (+ IVA al 20%) e i vendeva a 200 (IVA compresa). Questo significa che investindo 100 in merce, quando i la vendeva a prezzo pien (200), i guadagnava 66, cioè 200 - 20% de IVA (che ghe và allo Stato e la devi eser scorporada) = 166. Da cui al ricavo de 166 - 100 che xe el costo de la merce = 66.
Cussì se determina che per assorbir el costo de una commessa, l'aumento de l'incasso devi eser circa tre volte tanto (66 x 3 = 198). Ecco che, nell'esempio fatto per quei tempi, per pareggiar (pareggiar, no guadagnar de più) el costo de ogni novo assunto bisognava aumentar l'incasso del costo x 3. E cussì per tutto el resto.

Se da un punto de vista teorico questo gavessi aumentà l'occupazion, bisogna dir che tutta 'sta bela ipotesi per star in pie gaveva bisogno de una condizion assoluta: l'aumento dei acquisti. Inveze quel che xe successo xe stà l'esatto contrario: i acquisti, anziché aumentar, xe stà "spalmai", nel senso che i clienti iera sempre quei, solo che i comprava più "comodi" e tanti negozi se gà trovà a gaver aumentai i costi fin a trovarse a lavorar in perdita, con l'inevitabile conseguenza de dover chiuder o de fallir.
El colpo de grazia final xe stado dado da l'ultimo governo, dove la gente gà visto calar el proprio potere de acquisto, con el risultato de ridur i consumi, quindi i vari commercianti anziché aumentar i incassi li gà visti calar, cussì de eser costretti a aumentar i prezzi per gaver un maggior guadagno che ghe consentissi de assorbir i minori incassi a fronte de le spese (che le aumentava) e restar a galla. Questo, inveze, gà comportà un'ulteriore diminuzion delle vendite con el risultato che gavemo soto i oci: tanti bei negozi chiusi, tanta gente in strada, tante banche che ghe gà magnà la casa ai ex proprietari, ecc.

A Trieste l'attuale giunta gà fatto un mucio de interventi per sistemar le robe: el porto xe el primo d'Europa, nel 2008 gaveremo (quasi) l'Expò, el piccolo commercio diventerà più che florido grazie alle navi passeggeri (xe el "tutto esaurito" per i prossimi 25 anni per venir a comprar a Trieste). L'Anek disturbava l'architettura delle fontane del viale e de piazza Goldoni cussì le gavemo mandada via.

... e no stemo a lamentarse, visto che lo gavemo riconfermà !

_________________
Babu
Profilo Trova tutti i messaggi di Babu Messaggio privato
costo dei negozi
Indice del forum » negozi,ditte,fabriche,industrie
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora  
Pagina 1 di 1  

  
  
 Nuovo Topic  Rispondi  
Forumer.it © 2015