TRIESTE FORUM
login.php profile.php?mode=register faq.php memberlist.php search.php http://trieste.forumer.it

Indice del forum » poesia e prosa triestina » Poesia: El mio Nadal iera cussì
Nuovo Topic  Rispondi Precedente :: Successivo 
Poesia: El mio Nadal iera cussì
MessaggioInviato: Ven Ott 16, 2009 9:48 am Rispondi citando
nerone
Registrato: 05/10/09 17:08
Messaggi: 10




El mio Nadal iera cussì

Mi me ricordo i Nadai de una volta,
che i cominciava con San Nicolò
e quela sera, tremanti ‘n te ’l leto,
spetavimo che ‘l Santo vegni zò.

E mama preparava un bel piatin
co’ i mandolati pici in scatoleta,
e fighi suti e mandole e vizin
naranze, un cavalin o una trombeta.

Po’, de matina, te xe tuto un zigo
pe’ i fioi contenti xe un gran bacanar;
xe qualchedun rabia’, che no ve digo:
“..mi volevo ‘l Mecano, per zogar !..”

E se va a vèder a casa dei noni,
se ‘l ga portado qualcossa anca là,
che i altri ani, regali e bomboni,
proprio de lori el gaveva lassa’.

E ’ncora, se no basta, i va contando,
oltra del bendidio, ghe xe riva’
un Albero, co‘ i fronzoli, bel, grando,
co‘ sù l‘ovata, che ‘l par neviga‘.

E in ogni casa i fa pinze e putize
po’, i plec, del pec se porta, pe’ rostir,
e presniz, tanto bon, che fin le s’chize
de l’aquolina in boca fa vignir,

e fritole che, dopo, ogni matina
le te se s’gionfa messe in te ‘l cafè,
e su ’l cafè, se meti la puina,
cussì le Feste, più bele le xe.

Nadai dei tempi andai, che bela sena,
quando, per la Vigilia, co se speta
la nassita del Picio, xe la zena
dei noni patriarchi e la noneta

ga messo sula tavola de tuto:
i macaroni al sugo e i crodighini
con i capuzi e dopo xe ‘l persuto,
e i strucoli e po' altri boconzini.

Sie giorni dopo, riva San Silvestro;
spetando mezanote, altra magnada:
verze e luganighe, piato maestro,
po’ xe la tombola e la cantada.

Per la Befana inveze, fazo festa
co’ i mii amici e insieme se disbrata
el albero bel pien: niente no resta,
e mama ofri pinza e ciocolata.

Dopo, 'gnidun ghe toca un regaleto,
ciolto de ‘l albero e, po' imborezadi,
cantemo «Oh,Tànnen baum», un bel coreto;
comossi i noni senti e i xe ingropadi.

Finissi ben, cussì, sto Nadal mio,
che ‘l ga durado in tuto un mese intiero.
A volte, ghe lo conto anche a mio fio,
ma, a ricordarlo, gnanca no ‘l par vero.

Ogi, le Feste, xe fora de casa
e le finissi quando i camerieri
ga disbrata’ le tole e fato ‘l conto;
e po’: el domani, xe stesso che ieri.=>

_________________
Maestro è il Mare;
dà lezioni di vita
con l'Uragano.!
Profilo Trova tutti i messaggi di nerone Messaggio privato
Poesia: El mio Nadal iera cussì
Indice del forum » poesia e prosa triestina
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora  
Pagina 1 di 1  

  
  
 Nuovo Topic  Rispondi  
Forumer.it © 2015