TRIESTE FORUM
login.php profile.php?mode=register faq.php memberlist.php search.php http://trieste.forumer.it

Indice del forum » trieste, la nostra città » el dialeto Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
Nuovo Topic  Rispondi Precedente :: Successivo 
el dialeto
MessaggioInviato: Mer Lug 26, 2006 11:20 am Rispondi citando
fumonero
Registrato: 23/07/06 15:39
Messaggi: 5




E L D I A L E T O

El “Zingareli” disi che el dialeto xe un sistema linguistico particolar usado in zone limitade, che po’ volerìa dir pice. E cossa vol dir pice? Boh! Dipendi dai punti de vista. E anche el punto de vista no xe che sia una variabile indipendente: lù el dipendi dal progresso (sul dialeto forse se podessi scriver un articolo, ma su cossa che xe o che no xe el progresso se podessi scriver un libro più grosso de la Bibia). Una volta, quando che se ‘ndava col caro e caval, Trieste iera granda perché se ghe meteva un mucio de tempo per ‘ndar de Montebelo fin zo in Cavana. Ogi, che tuti ga la machina, le robe xe cambiade. In zerte ore se ghe meti ancora de più per via del trafico, e Trieste la par enorme, ma de note, che le stade xe libere e se pol corer de più anche perché no ghe xe in giro tubi che te fa la multa, la par proprio striminzida. Quindi anche dir pici o grandi no vol dir niente.
Qua entra in balo la relatività, che se dirìa che col dialeto la dovessi c’entrar come i cavoli a merenda, ma, come che vederemo dopo, no esisti un’altra roba che sia più ligada ala teoria dela relatività che el dialeto. Mi digo che gnanche Ainstain no rivava a pensar una roba simile. Adesso no ve stago a spiegar cossa che xe la relatività, che xe una roba che no tuti pol capir. Xe roba per gente istruida, e, in poche parole, e giusto per farve un’idea, la spiega che xe tuto relativo, e per esempio mi, che go navigà, podessi spiegarve che la beleza de una baba xe relativa al tempo che se ga passà per mar.
Tute le volte che vegno a Trieste, nele mie longhe caminade, che fa ben per la circolazion, vado sempre a curiosar un poco fra i libri sui banchi de galeria Proti, e no xe stà volta che no gavessi avù la tentazion de comprarme un dizionario del dialeto triestin. E ogni volta go tirà el cul indrio vardando el prezo de copertina. Un picolo dizionarieto me lo ga comprà mia moglie (roba de dò lire) che la sa de ste mie manie, però, dandoghe un’ociada, se se acorzi che xe soldi butai via: come se disi ti ti ga o ti te ga? (a mi ti ti ga me par istrian, no che gavessi qualcossa contro i istriani……. per l’amor de Dio), e tuto se diseva duto?, e cior se diceva tor?, e insoma, se te ghe va drio a sto dizionario, mi son tuto meno che triestin.
In ogni modo no meto in dubio che, nel triestin de una volta, ti te ga se diseva ti ti ga e che tuto se diseva duto e che cior se diceva tor. Quela volta i cavai iera pochi, le distanze iera ‘ncora più distanti, le scarpe iera de sicuro più dure de desso, e cussì per forza che se se moveva ssai de meno, e alora, cossa so mi?, pol darse che el triestin che se parlava in Borgo Teresian iera ssai diverso de quel che se parlava de le parti de Montebelo. No podessi esser? Però ve garantisso mi che da le parti de piaza Perugino, nel ’40, quando che mi iero picio, ciolevimo pel cul tuti quei che te ne gavevi dito ti, e no tolevimo pel cul duti quei che ti ne gavevi dito ti. .
‘Co iero mulo navigavo, e me ricordo che za quela volta pensavo coss che xe e coss che no xe i dialeti. Per esempio el personal de bordo, anche quei che saveva parlar solo in triestin (no iera la television e in italian parlava solo la gente studiada) le scovaze i le ciamava rumenta, in dialeto genovese, e za quela volta cominciavo a capir ch’el dialeto, cussì come tute le altre lingue, no xe altro che un modo de farse capir. Punto e basta. Tuto el resto, a parer mio, xe solo monade sentimentali che se se meti in testa quando che se ga el disco rigido svodo e ssai spazio che vanza.
Go leto su un mucio de giornai e riviste, nele pagine de cultura, e adesso anche su certi siti, tantissimi articoli che i deplora la morte o che i speza una lancia in favor dei dialeti. Pissemo controvento. El “triestin”, anche se mi ghe voio più ben che a tuti i altri dialeti, e a saver ch’el stà esalando l’ultimo respiro me pianzi el cuor, no xe che un dei tanti.
Son convinto che fra zento o dozento ani, e noi no saremo più qua a scriver e a pensar monade, sarà morti no solo tuti i dialeti ma forse anche tute le lingue. Perché, quando che se ciaperà la “razolana” (che sarìa la metropolitana a razo per ‘ndar su Marte o su qualche altro pianeta), se parlerà una lingua sola dato che la tera, per via de quela teoria de la relatività che mi capisso solo perché, se go aferà quel che disi l’enciclopedia, la distanza fra Montebelo e Cavana xe relativa al tempo che se ghe meti per andar da un logo a l’altro, la sarà diventada ancora più striminzida de quel che la ne par ogi quando che xe xe tubi e se pol corer de più.

Very Happy Smile
Profilo Trova tutti i messaggi di fumonero Messaggio privato
MessaggioInviato: Ven Lug 28, 2006 7:36 pm Rispondi citando
Ursus Canadiensis
Registrato: 18/12/05 17:20
Messaggi: 2272
Località: Okanagan Valley, BC (Eden)




Me par a mi che tute le lingue, no solo el dialeto triestin xe forme de espresion viventi, che cambia da giorno in giorno, a secondo dele esigenze semantiche del momento; perfin el Latin, una lingua morta, el se ga ingrumà centinaja de miliaja de termini da quanto che i ghe gaveva meso la piera RIP uficiale sula tomba. Tuto quel che un ragionamento simile me indica, che la vox populi nostrana, con le sue idiosincrasi locali, sfumature, cambiamenti da decade a decade ecc., la xe un entità vibrante e vivente, ben meritevole de un sforzo per salvaguardarla. Quel che no rivo capir xe el ragionamento che, sicome che tuto xe relativo e el cambia in ognio modo, el dialeto bisognasi — magari a malincuor — lasarlo morir, che tanto nol faria altro che scelzer la stesa sorte dei altri idiomi dialetali o linguistici.

In Germania, in Baden Würtember, Stoccarda, Ludwigsburg, Eßlingen e via disendo, in tuti i ufici de tute le aziende, sia private che statali, la stragrande magioranza dele comunicazioni xe fate nel dialeto locale, sfumature dialetali del logo fieramente incluse. Idem in Bavaria e nei altri Stati dela Federazion. Co' i se rivolgi a Tedeschi dele altre regioni, che noi capiria la metà del dialeto locale, i lo fa in Tedesco. Xe sempre sta' cusì e xe cusì anche ogi. Per quanto riguarda l'adotazion del'Inglese come lingua internazionale, la magior parte dela gente studiada ga za ogi una bona infarinadura, per no dir squasi conoscenza de Inglese; infati, secoli fa' mi lavoravo come tradutor in un uficio de tradutori per le forze armate americane, e pur esendo un grupo de gente che conoseva l'Inglese forsi mejo che el Tedesco nesun mai gavaria osado rivolgerse al'altro in Inglese, gnanche quando se discuteva punti linguistici dele traduzioni.

Per concluder, no volemo che el Triestin sia preservado in un stato de relica de museo, ma che el sia instradado in maniera che el continui a viver e fiorir nela società triestina, no solo orgoliosa parte del pasà, ma un mezo de comunicazion s'cetamente nostro del futuro, che ne distingui..... dei Mugesani . Very Happy Very Happy Very Happy

Orso

_________________
Vieillir est encore le seul moyen qu'on ait trouvé de vivre longtemps.
INVECIARSE XE TUTOGI LA SOLA MANIERA DE VIVER A LUNGO.
Profilo Trova tutti i messaggi di Ursus Canadiensis Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Ven Lug 28, 2006 9:53 pm Rispondi citando
Desert RAT
Registrato: 30/12/05 18:18
Messaggi: 149
Località: Palm Desert CA




Mi so' una roba che ogni volta mia moglie andava a Livorno, la sua citta' natale, e la parlava in italian e la gente no credeva che la iera livornese. Mi inveze a Trieste , el momento che verzevo la bocca i saveva che iero triestin, e mia moglie iera gelosa. Very Happy Very Happy Very Happy
Profilo Trova tutti i messaggi di Desert RAT Messaggio privato
MessaggioInviato: Dom Lug 30, 2006 9:45 pm Rispondi citando
Larry
Registrato: 13/10/05 22:43
Messaggi: 377
Località: Inghilterra




Sad Ma non xe proprio il dialetto. Quando son a Trieste, dopo un paio di zorni mi torni la moda di parlar in dialetto, ma, indifferente quanto provo, la gente sa subito che non son un Triestin vero ma che son straniero. E l'ACCENTO. E l'INTONAZIONE. Un italiano (compreso anche i Triestini) quando parlano sia in dialetto o in italiano purissimo, ha un certo intonazione nella vose che non riesco mai ad imitare. Son inglese col intonazione inglese nella vose ed e indifferente quanto zerco di imitare l'intonazione italiano, non riesco mai. E credo che anche adesso, il ns. amico Desert Rat, con tanti di quei anni sotto il sole Californiano, quando parli in italiano gavra anche lui l'accento piuttosto americano che l'italiano o l'intonazione triestino. Vero o no?
Larry. Confused Confused

_________________
Larry the Lamb
Profilo Trova tutti i messaggi di Larry Messaggio privato
MessaggioInviato: Dom Lug 30, 2006 10:55 pm Rispondi citando
Desert RAT
Registrato: 30/12/05 18:18
Messaggi: 149
Località: Palm Desert CA




Ti ga ragion Larry. Nelle altre province italiane i capisci che non vivo in Italia , pero' a Trieste se parlo in dialetto i sa che son triestin. Perlomeno questa xe la mia esperienza , pero' anche a Trieste se parlo in lingua i capisci che son forestiero.
Profilo Trova tutti i messaggi di Desert RAT Messaggio privato
el dialeto
MessaggioInviato: Lun Lug 31, 2006 5:46 pm Rispondi citando
fumonero
Registrato: 23/07/06 15:39
Messaggi: 5




.......mi son, speta che studio, dal 71 al 2006, trentazinque ani che vivo a Roma. Go vissù a Trieste fin ‘co gavevo venti ani, nei sete ani dopo, co’ navigavo, sarò stà a casa, boh, cossa so mi, al massimo un ano in tuto. Po’ me son sposà e, per el lavor, go fato un poco la vita de zingano (fra i altri loghi ierimo dò ani in Canada e un ano a Budapest) fin co’ no gavemo piantà le tende qua.
El dialeto. Xe una roba semplicissima e complicatissima nel stesso tempo. Un pochi de ani fa gavevo incrosà una muleta de 3 ani e mezo o quatro che la frignava più forte de ‘na sirena dela croce rossa e, caminando, ghe go dito in quel che pensavo un “perfetto italiano”
uh!....ma come piangi bene! (zinque parole…..contando anche l’”uh” come una parola)…..ma ga bastà quele là perché el pare dela muleta el capissi l’antifona e el me fazzi: “cossa el xe triestin lei?” …….e gavemo fato un dò ciacole e semo andai a cior un cafè insieme…..
Penso che gabi ragion Larry, la cosidetta inflession xe una roba che se se la porta drio tuta la vita… …..come una specie de imprinting che no se pol sconder o imparar in nessun modo….. sarìa come se un caval volessi farse passar per un pagnerol o che un gato volessi impararse a abaiar…..
Quel aneto che semo stai in Ungheria go imparà una roba che penso che la sappi in pochi. Nel “sapere” comune, almeno in quel mio de quela volta (perché ogidì la gente xe ssai più colta e sa un mucio de robe in più), mi iero convinto che l’ungherese fussi una lingua de ceppo slavo..…...come magari……!.... la xe de ceppo finnico……e infati una volta che per lavor iero andà in Turchia, a parte che no capivo un tubo come che se la gente parlassi per turco, ma me gaveva colpì la “musica” dela lingua che, pur essendo le parole diverse come dal giorno ala note, me ricordava l’ungherese ……e per farla curta go savù che anche el turco xe de ceppo finnico.
Un’ultima roba (……se no ve li fazzo tropo longhi) l’ungherese ga un mucio de vocali che xe una via de mezo fra la “a” e la “e”, fra la “a” e la “o” e cussì via, robe che per noi xe impossibile pronunciar. Bon, no me ricordo dove che gavevo leto (se saria bravo de far le ricerche co’ l’internet son convinto che qualcossa se podessi trovar!) che, quando che se nassi, la laringe, che contien le corde vocali, no la xe ancora ben formada e cussì, man man che se cressi, apunto “alendose” a emetter zerti tipi de son, l’”aparato de fonazion” (ciamemolo cussì) se forma in una zerta maniera, e cussì, se co’ te ieri picio no te se ga imparà a pronunciar quela meza vocal no te se la pol imparar a pronunciar mai più.
Po’, come che giustamente ga dito Ursus Canadiensis, i dialeti xe una roba viva per cui, secondo el mio punto de vista, la vita stessa elimina dal dialeto zerte robe che no le esisti più o zerti modi de dir che, voja o no voja, i xe, e i iera, ligai ale robe esistenti. Mi e Ursus, per far un esempio, savemo benissimo coss che xe un careto co’ le baliniere ma son convinto che saria dificile otignir una risposta se ghe lo andassimo a domandar a un triestin de fra dozento ani.
Me xe dificile spiegarme, ma voler tignir in vita un dialeto xe una specie de acanimento terapeutico.

_________________
viva là e po' bon
Profilo Trova tutti i messaggi di fumonero Messaggio privato
Dialeti
MessaggioInviato: Mar Ago 01, 2006 11:43 am Rispondi citando
Colin Cesare Colussi
Registrato: 28/12/05 22:32
Messaggi: 483
Località: Frankston Vic. Australia




Muli, e Mule, gavemo (sa') o xe (za')? parla' de ste robe, perche' vede' che no parlemo tuti uguali. E questo xe sempre sta' cussi, essendo una gente che se trova a un incrocio de 3 popoli diversi. Come che parlemo xe el risultato de diversi fatori, come per esempio: dove xe le radici familiari de un individuo, el grado de istrusion(o dovaria dir istruzion), e la classe sociale, e anche el rion,o localita' de residensa(residenza)che una persona ga vissu'durante la fase de sviluppo. Anche quel che go scrito qua sora no xe coreto perche el nostro dialeto no ga dopie consonanti, ma naturalmente i me me ga' insegna' a scriver in Talian, e go sempre dificolta' de scriver in Triestin. Tuto no cambia el fato che el nostro dialeto xe in continua metamorfosi come del resto tute le lingue e i dialeti del mondo intero o (intiero). Con tuto questo el processo de trasformasion(trasformazion) xe abastansa(abastanza)lento, e mi dopo
55 ani de Australia no go' problemi de comunicar con i mii nipoti Triestini,
e gnanche con nissun de voi Smile Con questo son contento de gaver meso
la mia peseta(pezzetta) Viva la' a tuti. Coce Smile Very Happy

_________________
La Vita

piu' che la pendi

piu' la rendi
Profilo Trova tutti i messaggi di Colin Cesare Colussi Messaggio privato Indirizzo AIM
MessaggioInviato: Mar Ago 01, 2006 4:42 pm Rispondi citando
Desert RAT
Registrato: 30/12/05 18:18
Messaggi: 149
Località: Palm Desert CA




Questo me ricorda un'esperienza che go avu' in spagna. El camerier vien e el ne disi allora voi siete italiani ma vivete da molti ani in America, allora voi parlate el vecio italian perche' mi go un zio che vivi da sai ani in Francia e quando el vien el parla el vecio spagnolo. Echissa forsi anche lui el pol gaver ragion?? Confused Confused
Profilo Trova tutti i messaggi di Desert RAT Messaggio privato
MessaggioInviato: Mer Ago 02, 2006 6:58 am Rispondi citando
Karolina
Registrato: 06/10/05 10:05
Messaggi: 1354
Località: trieste




mi credo anche che sia come che te disi ti, DesertRat, perchè chi che xe partì dall'Italia 50 anni fa, ghe sarà rimasta la parlada dell'epoca, e in 50 anni el dialetto xe cambiado e certe parole non se le usa più.
Profilo Trova tutti i messaggi di Karolina Messaggio privato
MessaggioInviato: Mer Ago 02, 2006 8:21 am Rispondi citando
giacomin
Tutor
Registrato: 12/10/05 08:20
Messaggi: 1561
Località: Trieste




Xè vero, me ricordo co iero mulo la nona de un mio amico la ne parlava in "triestin de una volta" come la diseva ela, ben, in certi pasagi iero in dificoltà a capirla.

_________________
Tutto passa.....meno el bus che te speti
Profilo Trova tutti i messaggi di giacomin Messaggio privato Invia email HomePage
.....me se stà s'ciarindo le robe....
MessaggioInviato: Mer Ago 02, 2006 6:08 pm Rispondi citando
fumonero
Registrato: 23/07/06 15:39
Messaggi: 5




.......giusto.....giusto......ara là, se diventa veci rincretinidi (......mi naturalmente parlo per mi....) e no se capissi le robe semplicissime........
.....senza far tuti quei ghirigori de parole che fazzo mi (......per zerte robe ga ragion mia molie che me disi che son come un uficio de complicanze de robe semplici), Karolina e giacomin stamatina, con dò esempi semplici semplici (de le parlade de quei che xe andai via 50 ani fa e del triestin che parlava la nona de quel suo amico), me ga spiegà de come – a mio modo de veder – stà veramente le robe.
Tute quele monade che se scrivi, e zerti come mi ghe casca come perignochi, sula morte dei dialeti xe (......apunto!) .....monade.
I dialeti no mori ......semplicemente i evolvi.........mi son un vecio triestin del 2000 e, più o meno, nela mia ignoranza, penso che sia “el triestin” quel che capisso mi.
Desso che, co’ sti sbarchi a Lampedusa, un poco ala volta tuto el nordAfrica se trasferissi qua, podessi esser che fra dò o tre secoli, un triestin per dirghe a un altro ch’el vadi in mona el ghe dirà ﺹﺩﺐ ﻷ ﮯﮦרּ” ……..cossa xe sta roba? arabo?….semplice…….sarà, anche se a mi el me parerìa ostrogoto, el triestin che se parlerà fra dò o tre secoli……..
Semo noi che no se evolvemo.

Surprised

_________________
viva là e po' bon
Profilo Trova tutti i messaggi di fumonero Messaggio privato
MessaggioInviato: Gio Ago 03, 2006 12:32 am Rispondi citando
Aussie Kangaroo
Registrato: 15/01/06 11:54
Messaggi: 1777
Località: Vermean




Mi go un amico de famiglia che vivi ancora in Australia che'l parla el dialeto de 40 ani fa: per mi xe un spasso sentirlo e lu el se diverti come un mato a sentir sto dialeto novo perchè ghe ricorda, per certi versi, quei che ai sui tempi zercava de parlar coi puntini sule i.

_________________
Ci vuole tutta una vita per capire che nella vita non serve capire tutto
Profilo Trova tutti i messaggi di Aussie Kangaroo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
MessaggioInviato: Gio Ago 03, 2006 8:26 am Rispondi citando
spelaoche
Registrato: 14/10/05 00:07
Messaggi: 153
Località: trieste




Fra un pochi de ani no ocorerà far più tuti sti discorsi perchè tanto el dialeto no esisterà più. Ogi tuti ghe parla talian ai fioi : Confused. Per sentir el triestin ghe volerà andar in Australia o in Canada. Crying or Very sad
Profilo Trova tutti i messaggi di spelaoche Messaggio privato
Dialeto Triestin
MessaggioInviato: Gio Ago 03, 2006 12:26 pm Rispondi citando
Colin Cesare Colussi
Registrato: 28/12/05 22:32
Messaggi: 483
Località: Frankston Vic. Australia




Wrong! Spelaoche, el Triestin qua' in Australia el sta' sparindo assai piu' rapidamente che a Trieste, la magioransa dei fioi nati qua' i parla mal el Triestin, se i lo parla afato. Ciao Coce Sad Sad

_________________
La Vita

piu' che la pendi

piu' la rendi
Profilo Trova tutti i messaggi di Colin Cesare Colussi Messaggio privato Indirizzo AIM
MessaggioInviato: Sab Ago 05, 2006 6:53 pm Rispondi citando
york
Registrato: 18/12/05 18:14
Messaggi: 1417
Località: Victoria, BC, Canada




Quante bele robe cambia e le continuera a cambiar ma resta ancora tanta roba bona [ un esempio sto forum] per conto mio un educazion in Triestin che relativamante parlando .... Me fa sai comodo... Smile Smile Smile

Salve

York

_________________
".......And whether or not it is clear to you, no doubt the Universe is unfolding as it should."
Profilo Trova tutti i messaggi di york Messaggio privato
el dialeto
Indice del forum » trieste, la nostra città
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora  
Pagina 1 di 5  
Vai a pagina 1, 2, 3, 4, 5  Successivo
  
  
 Nuovo Topic  Rispondi  
Forumer.it © 2015