TRIESTE FORUM
login.php profile.php?mode=register faq.php memberlist.php search.php http://trieste.forumer.it

Indice del forum » treni,filovie,tram ecct. » Transalpina Vai a pagina 1, 2, 3, 4  Successivo
Nuovo Topic  Rispondi Precedente :: Successivo 
Transalpina
MessaggioInviato: Gio Mag 18, 2006 9:57 am Rispondi citando
Luther Blisset
Registrato: 30/12/05 19:13
Messaggi: 470




Questo anno ricorri el centenario dalla costruzion de questa importantissima linea, la seconda linea internazionale che da Trieste Campo Marzio (S.Andrea durante l'A.U.) la rivava fin a Vienna, linea tuttora esistente ed usada dalle amministrazioni dei vari stati (Italia, Slovenia, Austria).

Ghe xè delle iniziative per comemorar questo anniversario: una o due grandi mostre a Gorizia (che, quela volta, gà avudo magior beneficio, in un certo senso, dala costruzion dela linea), almeno una mostra fotografica a Trieste, presso la stazion de Campo Marzio (Museo Ferroviario).

Ma la roba importante xè un'altra.
Questa linea gà subido vari rimaneggiamenti nel tempo, uno dei quali xè stado "concentrar" tuto el trafico merci dala atuale Slovenia sul nodo de Sesana, che de fatto tajava fora el percorso originale dela Transalpina (quela, per intenderse, che passava per la stazion de RepenTabor, e che se ghe passa sotto andando da opicina verso Zolla - se quel ponte senza linea eletrica). Bon el bel xè che RFI gà deciso de ripristinar (dopo le segnalazioni dei soci del Museo e Ferstoria) la vecia linea. Xè una notizia incredibile, perchè da più de 25 anni nissun treno passava de là, ANCHE SE, PER TRATATO INTERNAZIONALE; QUELA LINEA LA JERA VERTA. Infati, dala parte slovena la xè perfeta. Bon, i mati gà comincià a lavorar disboscando el traciato, e adeso la linea xè visibile fina a Percedol, all'altezza del pontisel che xè là. Dopo i verificherà l'armamento e se del caso lo cambierà.

Xè, a mio avviso una notizia che va oltra el semplice trafico de treni turistici a vapor, in quanto crea una linea più rapida dal nord dela Slovenia fina a Opicina, transitabile con diesel per i merci ordinari, per esempio, opur, per un trafico pasegeri locale che rivi fina a Opcina dai paeseti sloveni dell'Isonzo (da Stanjel, a Salcano, a Most ecc.ecc.).


Insoma, una gran bela notizia, brava anche RFI che se gà deciso,e speremo de andar a farse un schinco e un bicer de teràn a Stanjel...in treno!! Very Happy Very Happy Smile Very Happy

Saluti

_________________
"Non c'è critica più feroce della minuziosa descrizione dei fatti" (Von Moltke)
Profilo Trova tutti i messaggi di Luther Blisset Messaggio privato
MessaggioInviato: Mer Apr 02, 2008 7:05 am Rispondi citando
giova
Registrato: 05/01/08 18:26
Messaggi: 334
Località: Trieste




questa xe una stampa de un libro che scrivi: A train on the Vienna-Trieste rail-road, opened in 1854, crosses a bridge in the Semmering Pass. Per favore qualcuno traduca. giova
Profilo Trova tutti i messaggi di giova Messaggio privato
MessaggioInviato: Mer Apr 02, 2008 7:40 am Rispondi citando
GG1
Registrato: 27/07/07 14:43
Messaggi: 64
Località: Trieste




Un treno della ferrovia Vienna-Trieste, aperta nel 1854, attraversa un ponte al passo del Semmering.
Questa xe la traduzion dela scrita. Però no gà niente a che far co' la Transalpina. Se trata, difati, dela "Ferrovia Meridionale o Suedbahn" che xe stada la prima ferovia rivada a Trieste, però anche la data xe sbaliada perchè l'ultimo trato, quel da Lubiana fin a Trieste (atuale Trieste Centrale), xe stado nel luglio 1857.
La "Transalpina o Wocheinerbahn" xe quela che parti da Campo Marzio (in origine Sant'Andrea) e che la va su pasando drio l'ipodromo e Guardiela.
Tornando al pupolo, el xe comunque interesante e se pol notar la carateristica costruzion del viadoto, questo come dei altri, progetado da Carlo Ghega, el quale se gaveva ispirado al sistema de costruzion dei acquedoti romani.
Se volè saver de più cioleve qualche bon libro sula "Meridionale" o andè a veder el museo feroviario de Campo Marzio.
Saluti
GG!
Profilo Trova tutti i messaggi di GG1 Messaggio privato
MessaggioInviato: Mer Apr 02, 2008 9:00 am Rispondi citando
andrea
Registrato: 24/02/08 17:16
Messaggi: 138




Quello nella foto dovrebbe essere il viadotto di Borovnica, vicino a Lubiana.



Era uno dei ponti in pietra più grandi d'Europa, e dopo la sua distruzione in seguito agli eventi bellici della guerra, la Jugoslavia invece di ricostruirlo, preferì allungare la linea di decine di chilometri aggirando la valle Surprised .
Profilo Trova tutti i messaggi di andrea Messaggio privato
MessaggioInviato: Mer Apr 02, 2008 10:20 am Rispondi citando
roby
Registrato: 15/12/06 15:57
Messaggi: 2456
Località: Trieste (Rozzol)




andrea ha scritto:
Era uno dei ponti in pietra più grandi d'Europa, e dopo la sua distruzione in seguito agli eventi bellici della guerra, la Jugoslavia invece di ricostruirlo, preferì allungare la linea di decine di chilometri aggirando la valle

De disgraziadi (o prigionieri) che scava terra ghe ne xe tanti, de ingegneri, pochi...
Roby
Profilo Trova tutti i messaggi di roby Messaggio privato
MessaggioInviato: Mer Apr 02, 2008 11:30 am Rispondi citando
GG1
Registrato: 27/07/07 14:43
Messaggi: 64
Località: Trieste




El viadoto de Borovnica (Franzdorf) iera esistente fin al 1941 quando xe scopiada la guera con la Jugoslavia e l'esercito jugoslavo (quel del Re, no i partigiani de Tito) ga fato saltar alcune arcade per blocar la linea. Poco dopo però el Genio Ferrovieri italian ga riativado el trafico su un solo binario metendo due travate metaliche provisorie tipo Roth-Wagner. Solo verso la fine del 1944, ormai coi tedeschi che comandava, i aerei aleati, che za prima i gaveva tentà de distruger el viadoto, i xe rivai a butarlo zò.
Sicome i tedeschi gaveva bisogno dela linea tra Trieste e Lubiana e no iera tempo e mezi per ricostruir el viadoto, i ga fato una deviazion dela linea prolungandola verso el fondo dela vale, slungando cusì el percorso, come che la podè veder ancora ogi. Infati, andando verso Lubiana, vedarè che el vecio percorso el xe in alto rispeto a quel de ogi fin a quando el se sbasa e i xe tuti due ala stesa alteza.
La Jugoslavia de Tito no gaveva zerto voia e forze per ricostruir el viadoto e ge andava ben la deviazion fata dai tedeschi. L'importante iera che i treni caminasi.
Cusì i ga preferì butar zò quel che iera restà, a parte una pila, e bon per tuti.
Xe anche de notar che a seguito dela deviazion i gà dovù spostar la stazion de Borovnica. Quela originale la iera grande perchè la gaveva anche un deposito locomotive che serviva per el trato più impegnativo che andava verso Longatico (Logatec) e Postumia (Postojna), però la iera praticamente tacada al viadoto.
Saluti
GG1
Profilo Trova tutti i messaggi di GG1 Messaggio privato
MessaggioInviato: Mer Apr 02, 2008 12:33 pm Rispondi citando
roby
Registrato: 15/12/06 15:57
Messaggi: 2456
Località: Trieste (Rozzol)




GG1 ha scritto:
i ga fato una deviazion dela linea prolungandola verso el fondo dela vale, slungando cusì el percorso, come che la podè veder ancora ogi.

Quindi i "famosi" 577 Km. che ne separava da Vienna non xe più 577.
Sicuramente i vegnerà abbondantemente controbilanciadi con el super traforo sotto el Semmering...
Un lungo buso per "cortocircuitar" la massima espression de ingegno de Karl Ritter von Ghega, Carletto per i (pochi) amici che lo ga messo da parte...
Roby
Profilo Trova tutti i messaggi di roby Messaggio privato
MessaggioInviato: Mer Apr 02, 2008 12:59 pm Rispondi citando
stropacul
Registrato: 03/11/07 01:14
Messaggi: 99




El ponte de Borovnica gaveva anche el problema dele fondamenta. I le ga ricavade usando palificazioni de legno, sule quale i ga costrui i piloni. Quando i ga comincià a bonificar el teren, el livel del'acqua se ga sbasà e i pai xe vigudi fora e i ga comincia a marzir. Infati già prima dela II.guera ghe iera una limitazion da velocità sul ponte e i treni ghe transitava solo su un binario.
Per via de questi problemi no i ga più rifato el ponte dopo la guera (oltre perché ghe voleva tropi soldi).

Steso destin ghe ga toca al viadoto de Pesnica, che el iera costrui sempre su teren paludoso e che xe sta sostitui sai prima con un terapien.


Ultima modifica di stropacul il Sab Nov 22, 2008 10:48 am, modificato 1 volta in totale
Profilo Trova tutti i messaggi di stropacul Messaggio privato
MessaggioInviato: Mer Apr 02, 2008 2:57 pm Rispondi citando
roby
Registrato: 15/12/06 15:57
Messaggi: 2456
Località: Trieste (Rozzol)




Interessante sta roba!
Posso saver dove che te la ga letta?
P.S. stago andando OT, qua se doveria parlar de Transalpina...
Roby
Profilo Trova tutti i messaggi di roby Messaggio privato
MessaggioInviato: Ven Apr 04, 2008 8:17 am Rispondi citando
andrea
Registrato: 24/02/08 17:16
Messaggi: 138




Una delle opere più faraoiniche della linea transalpina era sicuramente il ponte di Salcano presso Gorizia, il ponte in pietra a singola arcata più lungo del mondo.



In questa stampa lo vediamo ancora in fase di costruzione da parte degli austriaci. Riporto la descrizione consultabile su Wikipedia:

Il ponte viene edificato nei pressi di Gorizia (allora sotto l'Impero Austroungarico) per consentire il passaggio del fiume Isonzo della Ferrovia Transalpina che collegava l'Austria con Trieste inaugurata le 1906. Distrutto durante il primo conflitto mondiale dalle truppe austriache in ritirata e ricostruito durante il periodo fascista (dopo un breve periodo in cui fu temporaneamente rimpiazzato da una struttura architravata in ferro) è considerato tutt'oggi un capolavoro di ingegneria. È il ponte ad arcata unica in pietra tagliata più lungo del mondo, con i suoi 85 mt di estensione. Oltre all'enorme luce si presentò il problema del momento che si poteva generare dall'entrata ed uscita sbieca del ferrovia rispetto all'asse del ponte.

Durante la sua costruzione venne edificato un pilastro centrale nell'alveo del fiume per consentire la realizzazione dell'enorme centina a struttura alberiforme, anch'essa oggetto di un preventivo studio ingengneristico.

Il nuovo ponte – ancor oggi esistente e praticabile – si differenzia dalla prima realizzazione per il numero di archi che raccordano il piano ferrato alla campata, prima cinque ed ora quattro.

Le ragioni per cui venne riedificato nonostante la funzionale - ed economica - soluzione in ferro si devono probabilmente adducere al contesto storico-politico: dopo la prima guerra mondiale la zona giuliana (Gorizia compresa) diventò territorio italiano e, nella stessa logica di monumentalizzazione dei luoghi della Grande Guerra, la ricostruzione di questo ponte in particolare era simbolo di pari abilità tecnica da parte degli italiani verso gli austriaci.

Aggiungo che c'è una leggera differenza tra il primo ponte e quello costruito dal duce, e va ricercata nel diverso numero di archetti che precedono la grande arcata: il nuovo progetto ne ha previsto uno in più.
Profilo Trova tutti i messaggi di andrea Messaggio privato
MessaggioInviato: Ven Apr 04, 2008 8:24 am Rispondi citando
roby
Registrato: 15/12/06 15:57
Messaggi: 2456
Località: Trieste (Rozzol)




andrea ha scritto:
Una delle opere più faraoiniche della linea transalpina era sicuramente il ponte di Salcano presso Gorizia, il ponte in pietra a singola arcata più lungo del mondo.

Se non te lo ga za fatto, te consiglio de andarghe sotto: te mancherà el fià... Surprised
Farlo col treno a vapor xe anche questa una grande soddisfazion, anche se a causa della velocità tutto diventa un "attimo fuggente"... Sad
Roby
Profilo Trova tutti i messaggi di roby Messaggio privato
MessaggioInviato: Mer Ott 29, 2008 5:10 pm Rispondi citando
servolo
Registrato: 09/10/05 15:55
Messaggi: 2194
Località: trieste




Salve,dela transalpina gò pizigà (de un conossente) un per de foto:qua xe la stazion de Gorizia el 19-07-1906 ala presenza de Sua Altezza Imperial Regia Principe eriditario Franz Ferdinand


_________________
se no guanta cambia
Profilo Trova tutti i messaggi di servolo Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Mer Ott 29, 2008 5:20 pm Rispondi citando
servolo
Registrato: 09/10/05 15:55
Messaggi: 2194
Località: trieste




...questa come foto no gà bisogno de tropi comenti, ma se i nostri super vol zontar qualcossa,ben che mai...........




gò altre, ma adesso devo assentarme per questioni diplomatiche: no dimenticarve che son l'Ambasciator dela Santa Sede acreditado al Forum......
......salute
Servolo

_________________
se no guanta cambia
Profilo Trova tutti i messaggi di servolo Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Mer Ott 29, 2008 8:06 pm Rispondi citando
Ursus Canadiensis
Registrato: 18/12/05 17:20
Messaggi: 2272
Località: Okanagan Valley, BC (Eden)




Citazione:
Ne conta Servolo: ....no dimenticarve che son l'Ambasciator dela Santa Sede acreditado al Forum......


Ustia, Servolo! Savevo che te ga speso sede, specialmente per quel bon spritz nero servido "chèz Max", ma adeso te vol farne creder che la xe cusì intensa che te la ciami la Santa Sede....Dai, dai! No stemo esagerar.

Orso Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad Very Happy Very Happy Very Happy Surprised Surprised Surprised

_________________
Vieillir est encore le seul moyen qu'on ait trouvé de vivre longtemps.
INVECIARSE XE TUTOGI LA SOLA MANIERA DE VIVER A LUNGO.
Profilo Trova tutti i messaggi di Ursus Canadiensis Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Mer Ott 29, 2008 8:21 pm Rispondi citando
machinista
Registrato: 12/08/06 16:48
Messaggi: 162
Località: Trieste




servolo ha scritto:
...questa come foto no gà bisogno de tropi comenti, ma se i nostri super vol zontar qualcossa,ben che mai...........

Mi posso contarte che in primo pian se vedi i binari del racordo che da Campo Marzio (quela volta Sant'Andrea) andava verso la Feriera e Porto Petroli, ciamado "Raccordo di San Sabba" e dentro se vedi altri do binari che xè quei dela Parenzana. Dopo vedemo Roby che xè il vero esperto cossa ne conta.

_________________
Vittorio

"La tragedia della vita non è non raggiungere gli obbiettivi, ma non avere degli obbiettivi da raggiungere"
Profilo Trova tutti i messaggi di machinista Messaggio privato Invia email
Transalpina
Indice del forum » treni,filovie,tram ecct.
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora  
Pagina 1 di 4  
Vai a pagina 1, 2, 3, 4  Successivo
  
  
 Nuovo Topic  Rispondi  
Forumer.it © 2015