TRIESTE FORUM
login.php profile.php?mode=register faq.php memberlist.php search.php http://trieste.forumer.it

Indice del forum » poesia e prosa triestina » QUALCHEDUN DEI MII PENSIERI Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
Nuovo Topic  Rispondi Precedente :: Successivo 
MessaggioInviato: Mar Gen 13, 2009 12:22 pm Rispondi citando
margherita
Registrato: 25/12/05 19:43
Messaggi: 3072
Località: Trieste




D'accordo xe meio "duetto" ,so ben che no xe una gara . Very Happy
Ottimamente allora aspetteremo i prossmi .....gorgheggi.! Smile Smile

_________________
Nessuno diventa sapiente per puro caso (Seneca)
Profilo Trova tutti i messaggi di margherita Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Mer Gen 14, 2009 7:08 pm Rispondi citando
Auriel
Ospite




Grazie Margherita Idea Arrow !
E ti, dan68, te me freghi sempre ufa ! No, dai, scherzo, no son par niente rabiada, ma solo invidiosa, eco, parchè te se sa esprimer trooopo ben e le tue xe "vere poesie" Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad
mentre le mie xe veramente "solo pensieri", ma comunque no me arendo e vado 'vanti! I due pensieri che ve propono stavolta i xe tuti e do in dialeto:

VARDA

Varda, xe bel el ziel e xe bel anca el mar!
El Carso xe bel, ma dime: cosa no xe bel a Trieste?
Si, anca i refoli de bora che fà svolar le scovaze!
Come anca i spruzi, carighi de salsedine,
che i te bagna el muso cò te pasi par Marina
e el tempo xe bruto!
Anca el vecio imbriagon me piasi, con tute le monade
ch'el farfuja e che gnanche se capisi,
ma che tanta storia le conta!
Anca el mulo ch'el se ferma sul canton,
con la cica in boca tegnuda un fià de sbris,
a spetar la mula fora del lavor
co'l pìe pontà contro del muro!
O la mama che sburta la carozela:
ogni tanto zigandoghe qualcosa al muleto,
parchè el staghi bon,
o dandoghe 'na caramela!
Ma ghe xe anca quela lampadina,
che te vedi drìo de 'na finestra;
magari impizada in t'una cusina
de un vecio tuto solo.
La zinzola un fià come chi,
dentro quela cusina ghe stà
e no'l sa gnanca se,
domani 'ncora el ghe sarà!
Ma magari gnanca ghe interesa:
el ga visudo a Trieste e el
gà visto el mondo; tuto cioè,
ma proprio tuto,
sia el bel ch'el bruto!!!

SOGNAR

Xe un fià de tempo che 'sai me piaseria dormir,
ma no par pigrizia, ma par poder diriger i sogni
come che voleria che sia la vita che no gò,
ma che isteso bramo!
No zerco i soldi, no xe che no'i me servi,
o che poderia farghene senza!
Ma no xe quei che tanto me manca, xe tuto altro
e che altro nome gà: amor xe quela roba,
l'amor de 'na fìa che alontanà se gha,
ma che spero un giorno tornarà!!!

Ciau e stra-bacioni Idea Idea Idea a tuti, ma par "dan68" e par Margherita, ala 1000ma potenza!!! Lela.


Ultima modifica di Auriel il Sab Mar 14, 2009 4:06 pm, modificato 1 volta in totale
MessaggioInviato: Mer Gen 14, 2009 7:22 pm Rispondi citando
margherita
Registrato: 25/12/05 19:43
Messaggi: 3072
Località: Trieste




Cara Lela te gà una particolarità : te me porti a ricordar un momento della mia vita che me xe successo tanti e tanti anni fa e che gavevo accantonado nella mia memoria("papaci") e dei momenti che me passa per la testa adesso ("sognar"). Very Happy

_________________
Nessuno diventa sapiente per puro caso (Seneca)
Profilo Trova tutti i messaggi di margherita Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Gio Gen 15, 2009 10:32 am Rispondi citando
dan68
Registrato: 15/01/08 11:35
Messaggi: 529
Località: tivoli (RM)




Cara Lela, finissila con 'sti complimenti che, se va ben, diveto solo che rosso; se va mal comincio a montarme la testa! Very Happy Surprised
Comunque complimenti: te gà dele imagini 'ssai bele, e no sta sminuirte.
Mi vado 'vanti, con l'ultima, per el momento: le altre che gò devo trovarle fora, percé no me ricordo 'ndove che gò imbusà i scartafazzi! Surprised

"INVERNO - 2008

Scorre sul mare il vento d'oriente,
spruzzi sollevando salati, come
i tuoi occhi dopo il pianto quieto.
Soffia nel cielo il vento d'oriente
cirri alzando nevosi: nuvole
di fumo, aerei flutti volventi.

E io mi sto, fisso in questo quadro,
perso ad attendere: che cosa?
Un cenno di vita altrui, battito
di ciglia fruscianti su di un vetro
appannato: eco lontana, svanita."

Ciau

_________________
OGNI RIDADA GHE CAVA UN CIODO ALA CASSA DE MORTO
Profilo Trova tutti i messaggi di dan68 Messaggio privato
MessaggioInviato: Gio Gen 15, 2009 12:00 pm Rispondi citando
margherita
Registrato: 25/12/05 19:43
Messaggi: 3072
Località: Trieste




Te pol diventar rosso come una caterva de peperoni . Embarassed Embarassed Embarassed .....decisamente molto bella. Smile

_________________
Nessuno diventa sapiente per puro caso (Seneca)
Profilo Trova tutti i messaggi di margherita Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Gio Gen 15, 2009 5:25 pm Rispondi citando
Auriel
Ospite




Grazie Margherita e anca a ti dan68.
Vara, me trovo sempre più d'acordo con Margherita, ma mi diria che te pol diventar più che roso!!! Te pol tranquilamente "montarte la testa" e mi me prono 'vanti de ti Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad !!!
Pa'l momento gnanca mi no gò altri "pensieri sotoman", vedaremo de trovarli, devi eserghe 'ncora qualchedun de qualche parte, se no, volerà dir che spetarò la "Musa", sempre sperando che la rivi, che de sti tempi squasi tuto quel che te speti no riva mai Crying or Very sad Crying or Very sad Crying or Very sad
Ciau e stra-bacioni Idea Idea Idea a tuti e due. Lela.
MessaggioInviato: Gio Gen 15, 2009 6:42 pm Rispondi citando
margherita
Registrato: 25/12/05 19:43
Messaggi: 3072
Località: Trieste




Allora se no gavè niente in casetin o no trovè altro de metter perchè lo gavè imbusado, fè qualcosa de novo. certo che ghe vol l'ispirazion , el momento particolare per cui scatta quel "drin" in testa e come per incanto nasi i vostri "pensieri", ma no gò alcun dubbio che riverà altro "materiale" molto presto.! Smile Smile

_________________
Nessuno diventa sapiente per puro caso (Seneca)
Profilo Trova tutti i messaggi di margherita Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Ven Gen 16, 2009 9:16 am Rispondi citando
dan68
Registrato: 15/01/08 11:35
Messaggi: 529
Località: tivoli (RM)




Ve ricordè ani fa quela reclam de una colomba, che fazeva Renato Pozzetto? Bon. La musa xè come la Pasqua: quando arriva, arriva!!!
Per l'ultima roba che gò postado qua la me xè rivada che vardavo fora dela finestra come un momi senza pensar a gnente!! Very Happy

_________________
OGNI RIDADA GHE CAVA UN CIODO ALA CASSA DE MORTO
Profilo Trova tutti i messaggi di dan68 Messaggio privato
MessaggioInviato: Ven Gen 16, 2009 5:52 pm Rispondi citando
Auriel
Ospite




Ciau a tuti, gò rivado a trovar altri do dei mii "pensieri" (anche questi in dialeto) e ve li conzo Laughing Laughing Laughing

MAMA

Ti te sa mama, quante volte che gavemo sbarufà:
xe normale fra 'na fìa adolescente e 'na dona matura!
Ma no fra 'na mama e 'na picia!
Ti te sa mama, quante volte che te me gà lasado
sola con papaci, co'l gaveva alzà el gomito:
te ciolevi Giorgio e te 'ndavi via! "Tanto"
te disevi "se pare e fia" come se fusi 'na colpa!
E mi stavo là con lù, ch'el me cocolava,
ma gavevo tanta paura che no te tornasi più!
El leto co'l scagneto dovevo far parchè el jera tropo in alto;
e fregar i matoni del pavimento dela cusina:
no rivavo mama, jero picia!
E, co te tornavi te se rabiavi, parchè
no jera tuto come che te gavesi voludo ti!
Solo co son cresuda e son diventada dona come ti,
se gavemo capì e, alora, te jeri la prima a jutarme:
co' le parole e co' i fati e, 'ncora deso, che xe diese
ani che te xe partida, paso co'l dito sora l'ultima
volta che te gà scrito "Mama" s'un bilieto de auguri
e dopo lo baso! E, questo, tute le matine pena che me svejo
e tute le sere prima de dormir: come che fusi 'na preghiera!

SEMPRE MI E PAPACI

Mama e papaci zà de tanto no'i jera più insema,
però mi e lù sempre se gavemo intendudo.
De domenica mama me dava zinquanta lire
par 'ndar a trovar "Zianina": indrio a pìe!
E cusì se trovavimo mi e lù a vegnir zò
par "Via Dello Scoglio" e po' par "Via Giulia e'l "Viale"!
Gnanca "nau" gavevimo, nè mi, nè lù
e pasar pa'l "Viale": tante tentazioni!!!
Alora papaci me diseva: "Ma va là mula,
cosa te gavesi voja de un gelato? ma dopo
te ingrasi e te deventi bruta!"
"Anca mi sa, gavesi voja de un spagnoleto,
ma so che me fa mal e alora no' fumo!"
No jera vero: xe che no gavevimo i schei
nè mi par el gelato, nè lù pa'l spagnoleto!
Ma, isteso, cusì se la contavimo e ne pareva vero
che no jera pa'i schei che no gavevimo
che no compravimo gnente, ma parchè
mi co'l gelato diventavo grasa e bruta
e a lù i spagnoleti ghe fazeva mal!
E alora, prima de continuar verso casa,
'na panchina in "Zardin Publico",
le "parole crociate senza schema" de l'ultima
pagina de la "Settimana Enigmistica",
un mozicon de lapis e via!!!

Ri-ciau e stra-bacioni Idea Idea Idea a tuti, Lela.
MessaggioInviato: Mar Gen 20, 2009 6:19 pm Rispondi citando
Auriel
Ospite




Vedo che nisun me gà gnanca .... , riguardo i mii ultimi do pensieri, volerà dir che proprio no'i xe piasudi!!! Comunque mi ritento, gò trovado altri do e spero che i vadi meio:

“EL PAESETTO DE VIA UDINE”
(visto in ostarie)

Xe ‘ na canzon, popolar che la scuminzia cussì: “Andando zo pe’l Corso”.
No xe de quel che vojo contar, ma ‘ndando zo par via Udine
Ostregheta, quante ostarie che te trovavi:
ghe jera “La Speranza” (No so se de tornar indio savi o imbriaghi!)
E po, ghe jera “El Gambero”, che no jera proprio ‘na ostaria,
ma ‘na tratoria, con tanto de “balera” in t’un giardin de fora,
‘ndove co jero picia e 'ndavo a zercar papaci,
Me fermavo par ‘na mez’ora con tanto de oci a vardar i muli
drio dei vetri che co le mule “in tiro”,
al venerdì de sera, streti in t’un lento i balava!
E po’, in Campo Belvedere, ‘naltro ristorante ghe jera
là i faseva anca la “scalopina la buro”, pur se no la go mai sagiada!
Anca la televisiom ghe jera, la prima che go visto e,
ostregheta, che mal de colo fioi, de tanto che in alto la jera!
Ma te vol meter: anca el jazz, vardavo, pur che no’l me piaseva,
sto “ristorante” el jera proprio soto la "Scala dei Lauri”;
e, su quel altro canton, ghe jera l’ostaria de la “Nivea”
la fia più zovine dela parona, ma mi de ela me ricordo,
Che sempre el bicer de “moscatela” me regalava,
insieme col quel biscoto a forma de oto, con su i semini neri,
Podesi anca ‘ndar avanti, magari tornando indrio
co le ostarie del l’altra parte, che jera de meno, sì,
ma par ‘deso basta cussì, se no va ris’cio che
se imbriaghemo tuti quanti!!!

Quela che gò 'pena riportà, la xe vegnuda fora dopo che gavevo scuminzià a scriver del "Paeseto de Via Udine" seguida e rioda da Aurio co'l suo "Paeseto in Via Imbriani".
inveze quela che vien 'deso la xe un fiàtin ..... Embarassed Embarassed Embarassed no so come definirla, ma no la me piasi tropo! Comunque ecola:

SON PICCINA

“Son piccina, son carina, son la cocca di papà!”
Quanto belle queste parole, specialmente dette
dal mio “papaci” che sempre me le attribuiva!
Sai quanto vorrei poter amare tutti allo stesso modo suo!
Io ci provo, ma purtroppo non sempre ci riesco!
E proprio ciò mi fa stare infinatamente male!!!!!

Ciau e stra-bacioni Idea Idea Idea , Lela.
MessaggioInviato: Gio Gen 22, 2009 5:08 pm Rispondi citando
Auriel
Ospite




Toc toc ghe xe qualchedun???
Le farà anca schifo, ma almeno mandeme in .... inveze de star ziti, le critiche le xe bengnude tanto (o più) dei aprezamenti!!!
Ciau e stra-bacioni Idea Idea Idea a tuti, Lela.
MessaggioInviato: Gio Feb 26, 2009 9:26 am Rispondi citando
picchio
Registrato: 07/10/06 19:49
Messaggi: 309




Complimenti Graziella, per le tue Poesie, sono tutte belle. Hai una spiccata dote, che ti permette di esprimere i tuoi sentimenti su un gradino superiore di chi questa dote naturale non ha. Sono poesie biografiche le tue, che puoi chiudere nel tuo personale scrigno dei ricordi, ed aprire quando vuoi, ed hai un soffio di nostalgia. Anche se i tuoi primi anni sono stati duri, non importa, ed il tuo caso dice che "essere cresciuti nella bambagia" non è sempre da intendersi come comunemente si intende!...
Anch'io ho il dono della Poesia, e visto che tu ne hai scritta una per la Mamma, voglio allegare quella che anch'io ho scritto per la mia Mamma, a 18 anni, due dopo che lei era mancata. L'ho inserita in altra parte del Forum, " Poesie", ma mi sembra un posto, quello, poco frequentato, ed allora la ripropongo qui, ospite tuo. Grazie per questo. Semmai, in seguito, ne trascriverò qualcun'altra, ma senza impegno. Ciao.


A TE MAMMA.

C’è un posto nel mio cuore, in cui ti ritrovo.
In esso domini un regno tutto tuo,
e sei regina di uno spazio senza fine,
di un tempo senza domani.

Ti parlo con le labbra dell’anima,
che sa piangere e gioire per te,
ma dimmi, perché son maggiori le lacrime?

Forse sarà perché ho bisogno di te,
perché i tuoi occhi sono così immobili,
il tuo sorriso velato,
la tua bocca tremante,
nel silenzio lontano di te che non vedo,
ma che sento tanto vicina e presente in me,
Mamma! Mamma, che non sei più!


Cesare.
Profilo Trova tutti i messaggi di picchio Messaggio privato
SOGNANDO.
MessaggioInviato: Ven Feb 27, 2009 12:48 am Rispondi citando
picchio
Registrato: 07/10/06 19:49
Messaggi: 309




Come promesso, ecco un'altra mia poesia, certamente originale,...ma a me piace. e spero anche a chi la leggerà.


SOGNANDO

Sognando,
ho rastrellato le stelle
e le ho chiuse in un raggio di sole,
ho visto la luna in un cielo chiaro
ed il sole nel buio della notte.

Il mare si è alzato
fino a toccare le nuvole,
i pesci hanno preso, d’incanto, a volare,
gli uccelli nuotavano nell’acqua,
ed i fiori sbocciavano d’inverno.

La terra era lontana,
tutta da scoprire,
e noi eravamo occhi,
occhi grandi come pianeti,
ad osservare, ammirati,
il mutar della vita.

Cesare.
Profilo Trova tutti i messaggi di picchio Messaggio privato
MessaggioInviato: Ven Feb 27, 2009 12:58 am Rispondi citando
Auriel
Ospite




Ciau anca a ti Cesare o "picchio" (come che te preferisi), 'sai dolce e tenera e anca "profonda" la tua poesia: la me gà piasudo!!!
Eco che xè saltado fora 'naltro poeta, complimenti!!! Smile Smile Smile Smile Smile

Gnanca a ti no te gavevo mai leto prima, ma se te scrivi roba cusì te gà trovado 'na "fervente" amiratrice!!!

Ri-ciau e stra-bacioni Idea Idea Idea , Lela
MessaggioInviato: Ven Feb 27, 2009 4:40 pm Rispondi citando
picchio
Registrato: 07/10/06 19:49
Messaggi: 309




Eccomi ancora...
_____________________

QUALCUNO HA BUSSATO

Qualcuno ha bussato alla mia porta.
Gli ho aperto, era la gioia!

Si è accomodata nel tinello,
abbiamo brindato insieme,
e si è abbandonata a me,
nell’incoscienza di un bicchiere di troppo.

Qualcuno ha bussato alla mia porta.
Gli ho aperto, era la tristezza!

Ha posato il suo mantello in cucina,su una sedia distrutta,
e gli occhi scavati non avevano più lacrime,
per il mio sguardo opaco di pianto.

Qualcuno ha bussato alla mia porta.
Gli ho aperto, era un bambino!

Mi ha sorriso coi suoi grandi occhi,
e mi ha teso la mano in segno di pace.
Non avevo nulla da offrirgli,
ma lui ha dato molto a me!...


Cesare.
Profilo Trova tutti i messaggi di picchio Messaggio privato
QUALCHEDUN DEI MII PENSIERI
Indice del forum » poesia e prosa triestina
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora  
Pagina 4 di 6  
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Successivo
  
  
 Nuovo Topic  Rispondi  
Forumer.it © 2015