TRIESTE FORUM
login.php profile.php?mode=register faq.php memberlist.php search.php http://trieste.forumer.it

Indice del forum » c'era una volta ... a trieste » filastroche o cantadine Vai a pagina Precedente  1, 2, 3
Nuovo Topic  Rispondi Precedente :: Successivo 
MessaggioInviato: Lun Set 25, 2006 5:51 pm Rispondi citando
margherita
Registrato: 25/12/05 19:43
Messaggi: 3072
Località: Trieste




Grazie Giacomin e grazie all'amica de TriesteMia , come sempre no me son sbagliada, xe stadi super, d'altra parte chi podessi mai pensar el contrario ??????

_________________
Nessuno diventa sapiente per puro caso (Seneca)
Profilo Trova tutti i messaggi di margherita Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Sab Mag 12, 2007 6:18 am Rispondi citando
Dody
Registrato: 06/04/07 15:45
Messaggi: 32
Località: Gretta




Ciao

qualchidun me savaria dir per piaser,qualche notizia in più su sta filastroca che me cantava mia nona co iero picio? Evil or Very Mad Evil or Very Mad

"O mula co te vedo me inamoro
dove te và?
In qualche magazin del porto novo
a lavorar
de pevere e cafè.

Sesolo-sesolota triestina
con quel'anda e con quel far
simpaticon
Se pol giurar xe roba
triestina
su dai dai dai
per mi te xè un bonbon

.............."
Profilo Trova tutti i messaggi di Dody Messaggio privato
filastrocche
MessaggioInviato: Ven Mar 20, 2009 4:30 pm Rispondi citando
Karolina
Registrato: 06/10/05 10:05
Messaggi: 1354
Località: trieste




continuo con un poche de filastrocche triestine...


Pianzoto pestapevere
co'l oio de bacalà
che misia la polenta
per el povero soldà


Pindolin che pindolava
Mustacin che lo vardava
se cascava pindolin
che ridade mustacin


Micelin xe andà sui copi
a zercar vetri roti
vetri roti no ghe iera
micelin casca pertera
el se ga roto una culata
el se messo un poco d'ovata
el ga scrito un cartelin
VIVA VIVA Micelin!!

Micelin de le forchete
a tute le babe el ghe
toca le tete!!!!
toca de quà
toca de là
micelin ga el cul spelà!!!

El re del a Cina marciava in ombrelin
el ga ciapà la piova
el se ga bagnà el cudin
e dopo ch'el lo ga visto bagnà
el ga ciapà le forbici
el se lo ga taià
cin, cina, cin!!

Toni baloni che vendi limoni
in piazza Goldoni
numero 3
apri la porta
che spandi cafè!!


_________________
..che l'A vadi ben, che l'A vadi mal, sempre alegri mai passion!
Profilo Trova tutti i messaggi di Karolina Messaggio privato
MessaggioInviato: Ven Mar 20, 2009 7:09 pm Rispondi citando
margherita
Registrato: 25/12/05 19:43
Messaggi: 3072
Località: Trieste




Che forti Karolina, te ritrovo come che iera un poco de tempo fa.
Tutte queste filastrocche le sentivo co iero picia contade de mia santola che la iera una macia . Very Happy Very Happy

_________________
Nessuno diventa sapiente per puro caso (Seneca)
Profilo Trova tutti i messaggi di margherita Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Sab Mar 21, 2009 9:22 am Rispondi citando
Karolina
Registrato: 06/10/05 10:05
Messaggi: 1354
Località: trieste




me sembra che le xe andade in dimenticanza, no so se ogi le mule se ricorda de queste filastrocche.

_________________
..che l'A vadi ben, che l'A vadi mal, sempre alegri mai passion!
Profilo Trova tutti i messaggi di Karolina Messaggio privato
MessaggioInviato: Dom Mar 22, 2009 3:01 am Rispondi citando
Auriel
Ospite




Karolina, te savevi che la filastroca :

Bati bati le manine che vegnarà papà
el porterà bomboni e Toni magnarà.

la cui version originaria xe:

Clap Clap till Poldy com es home
cakes in his pocket for Leo alone.

La xe stada scrita nei primi ani '900, da James Joyce, quando el iera ancora un "squasi sconosudo scritor irlandese" e el jera vignudo a Trieste per insegnara ala "Berlitz-cul" - come che lù la ciamava - de Piaza Ponteroso e, proprio a Trieste el gà scuminziado a scriver "l'Ulisse" circondado de vocabolari fra i quai nò mancava de zerto quel triestin de "Ernesto Kosowitz".
"l'Ulisse", libro ch'el deventerà la "sinfonia dodecafonica" e iripetibile dela narativa mondial.

Ciau e stra-bacioni Idea Idea Idea , Lela.


Ultima modifica di Auriel il Sab Mar 28, 2009 4:18 pm, modificato 2 volte in totale
MessaggioInviato: Dom Mar 22, 2009 5:44 pm Rispondi citando
Auriel
Ospite




Eco 'ncora un tre filastroche, l'ultima dele quale la xe in 'talian, che me xe vignude in amente e visto che - vardando indrio - nò le gò trovade le meto:

"Lasè pur ch'i canti e subi
e ch'ei fazi pur dispeti
nela patria de Rossetti
nò se parla che 'talian!"


"Clop, clop, cloch,
clopete, clopete
clochete, ch chch...
E zò sula testa
dei tre futuristi
ortagi mai visti!"


"Un caso vo' narrarvi
ascoltatemi attenti:
da giovinetto ebbi un padrone,
un avarone, un duro di cuor.
Non vi fu stento ch'io non sofrissi,
tutti i tormenti che dovei patir.
Gran Dio morir sì giovane
per digiunar cotanto,
morir di mal di viscere
morir soffrendo tanto
perché la sorte barbara
un crudo colpo lancia.
Oh povera mia pancia
che vuota sempe fu!"


Sta ultima la ne la diseva sempre mama cò, mi e Jure, fasevimo storie par magnar quel che ne pasava la "boba".

Ri-ciau e ri-stra-bacioni Idea Idea Idea , Lela.
MessaggioInviato: Lun Mar 23, 2009 4:04 pm Rispondi citando
dan68
Registrato: 15/01/08 11:35
Messaggi: 529
Località: tivoli (RM)




L'ultima, almeno per quanto riguarda la parte "Gran Dio morir sì gioane ecc." par una parodia dela omonima aria dela Traviata de Verdi. Posibile?

_________________
OGNI RIDADA GHE CAVA UN CIODO ALA CASSA DE MORTO
Profilo Trova tutti i messaggi di dan68 Messaggio privato
MessaggioInviato: Lun Mar 23, 2009 7:05 pm Rispondi citando
margherita
Registrato: 25/12/05 19:43
Messaggi: 3072
Località: Trieste




Certo che xe una parodia della Traviata basta solo che te canti su quella
aria le altre parole della filastrocca.
Very Happy
Violetta canta cussì :

"Gran Dio morir si giovine
io che penato ho tanto
morir si presso a tergere
il mio sì lungo pianto
Ah, dunque fu delirio
la credula speranza
invano di costanza
armato avrò il mio cor."

_________________
Nessuno diventa sapiente per puro caso (Seneca)
Profilo Trova tutti i messaggi di margherita Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Lun Mar 23, 2009 7:26 pm Rispondi citando
Auriel
Ospite




Si Dan, hai ragione - quella frase è tratta da un contesto ed - è espressa da Violetta ad Alfredo, mentre Annina (la domestica) è stata mandata a chiamare il medico - ed avviene durante la Sesta scena del III atto, poco prima che Violetta muoia.

La frase corretta è "...Gran Dio! Morir 'si giovane io che penato ho tanto..."

Ciao, con simpatia, Lela.
filastroche o cantadine
Indice del forum » c'era una volta ... a trieste
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora  
Pagina 3 di 3  
Vai a pagina Precedente  1, 2, 3
  
  
 Nuovo Topic  Rispondi  
Forumer.it © 2015