TRIESTE FORUM
login.php profile.php?mode=register faq.php memberlist.php search.php http://trieste.forumer.it

Indice del forum » Storia de trieste » La rivolta del 1966
Nuovo Topic  Rispondi Precedente :: Successivo 
La rivolta del 1966
MessaggioInviato: Mar Mag 18, 2010 7:10 pm Rispondi citando
Patocco
Registrato: 19/04/10 22:35
Messaggi: 20




Go leto sul "Tuono" de sabato scorso della grande rivolta (e l'ultima della citta') che xe stada nel 1966 a Trieste per la chiusura dei cantieri San Marco, tra el silenzio mediatico e un grande imbroio ai danni della popolazion Triestina.

Qualchedun iera presente, ga dei ricordi o podessi fornir informazioni visto che anca in rete se trova poca roba?
Profilo Trova tutti i messaggi di Patocco Messaggio privato
MessaggioInviato: Gio Mag 20, 2010 5:18 am Rispondi citando
york
Registrato: 18/12/05 18:14
Messaggi: 1423
Località: Victoria, BC, Canada




Mi che son via dal 56 e quela volta gavevo altre preocupazioni...savevo che a Monfacon iera un cantier, ma a Trieste iera dove se fazeva bei trasatlantici ?? alora come mai xe Monfalcon che ogi'di fa navi bele e grandi de crocera?? iera Trieste drio con le carte, o xe vero che iera una maleteta vendeta contro ''i stessi italiani/triestini'' dove me ricordo le manifestazioni a darghe Trieste al italia, i andava ingiro vestidi nel tricolor.. lostesso con tuta sta ''italianita'' no ga servi un klinz... un pensa de Trieste, l'italia dovessi gaver fato un modelo de prosperita unico in italia... inveze povereti, il tricolor ga porta solo ''peti gonfi'' de aria nanca tanto bona e basta... Smile Smile Smile

York Very Happy

_________________
".......And whether or not it is clear to you, no doubt the Universe is unfolding as it should."
Profilo Trova tutti i messaggi di york Messaggio privato
Cantieri
MessaggioInviato: Gio Mag 20, 2010 10:45 am Rispondi citando
Colin Cesare Colussi
Registrato: 28/12/05 22:32
Messaggi: 483
Località: Frankston Vic. Australia




York , nel '56 e anche prima Monfalcon iera za piu grande de San Marco e i costruiva grandi navi ma, iera sempre parte dei CRDA Cantieri Riuniti del'Adriatico
con sede centrale a Trieste. Xe sta ristrutturazioni de Cantieri Navali in tuta l'Europa, e naturalmente dal punto de vista Capitalista , Monfalcon xe sempre sta piu sicuro . Ciao Coce

_________________
La Vita

piu' che la pendi

piu' la rendi
Profilo Trova tutti i messaggi di Colin Cesare Colussi Messaggio privato Indirizzo AIM
L'ultima rivolta popolare Triestina
MessaggioInviato: Gio Mag 20, 2010 6:28 pm Rispondi citando
Patocco
Registrato: 19/04/10 22:35
Messaggi: 20




Tratto principalmente dal giornal "Il tuono", ve riassumero' quella che fu l'ultima insurrezion popolare nela nostra cita', dela quale no se ga mai (volutamente) parlado.


Nel 1966 el CIPE ga avudo la pessima idea de far chiuder el glorioso Cantier San Marco, che iera sopravvissudo a ben due guerre e ghe dava lavor diretto e indotto a meza cita' tra cantierini, artigiani eccetera.
All'annuncio della chiusura, tutte le parti etniche e politiche xe scese in piazza e Roma ga imposto la repression immediada con silenzio stampa regional (ghe sara' anca un'azion de protesta contro la sede regional dela Rai el 5 agosto, colpevole de non gaverne parlado).

I scontri con polizia e militari durera' tre giorni con danni, feridi e centinaia de arresti, la citta' meza bloccada in particolar modo nel rion de San Giacomo, con barricade incluse.

Siccome Trieste iera ancora zona A, passada al TLT, italiana ma provvisoriamente visto che el trattato de Osimo rivera' nel 1975, se disi che se stava riaccendendo de novo idee indipendentiste.

Cussi' pareria che Roma gabi fato entrar in giogo i sui rappresentanti politici dell'epoca, che iera Vittorio Vidali (Partito Comunista Italiano), Monsignor Santin (el famoso vescovo cattolico-nazionalista) e Chino Alessi (liberal-nazionalista, direttor del "Piccolo" che all'epoca con la scomparsa dell'indipendente "Corriere di Trieste, gaveva tuta l'informazion Triestina in man).

Con manovra combinada, Vidali ga bloccado i cantierini e i portuai, el vescovo ga riciamado i cattolici alla ragion e Alessi ga pubblicado sul bugiardel (ieri come oggi eh?) la falsa notizia che el cantier iera salvo.

Cussi' i Triestini de ogni fede e color politico xe tornadi a casa tranquillizadi e la rivolta xe finida (e xe stada anca cancellada dalla storia ufficial).

Roma inveze ga serado apena le acque se ga calmado el cantier a cui ga seguido la fabbrica macchine e tutto el resto dell'indotto, fazendo un saccheggio colossale che ga fato sprofondar la citta' nela poverta' e disoccupazion non certo per la prima volta.....

Un scacco alla citta'.
Profilo Trova tutti i messaggi di Patocco Messaggio privato
La rivolta del 1966
Indice del forum » Storia de trieste
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora  
Pagina 1 di 1  

  
  
 Nuovo Topic  Rispondi  
Forumer.it © 2015