TRIESTE FORUM
login.php profile.php?mode=register faq.php memberlist.php search.php http://trieste.forumer.it

Indice del forum » c'era una volta ... a trieste » El mestier del barbier e paruchier da avanti cristo ad ogi.. Vai a pagina 1, 2  Successivo
Nuovo Topic  Rispondi Precedente :: Successivo 
El mestier del barbier e paruchier da avanti cristo ad ogi..
MessaggioInviato: Gio Feb 26, 2009 3:10 pm Rispondi citando
stellina
Registrato: 10/02/07 23:04
Messaggi: 110




Il lavoro che mi accingo ad inserire qui era già apparso su un'altro forum triestino nel 2006....
sebbene io ne avessi richiesto la totale rimozione per sopravvenute questioni famigliari....(con il webmaster)...la mia richiesta venne ignorata.
Oggi dopo aver aggiornato il servizio con l'inserimento di articoli non posseduti nel 2006....lo presento rinnovato e mi auguro che possa destare il vostro interesse.

TITOLO:
Mi e i barbieri…raconto semiserio..un poco in lingua e un poco in dialetto
(tutta colpa de Bruno Pause)

L’acconciatore per uomo o per donna è uno dei mestieri più vecchi del mondo
Il mestiere del “barbiere” e del “parrucchiere” lo troviamo già nell’antico Egitto,ed è da lì che partono le prime immagini di questo breve tragitto che ho il piacere di proporvi nella apposita sezione “Antichi Mestieri”.

Tra i reperti più antichi (5 secoli prima di Cristo) provenienti dall’Egitto,ci sono pettini, forcine, rasoi e specchi, a testimoniare la grande importanza che questi evoluti popoli davano al loro aspetto ,curando i capelli la barba e il trucco, avevano le parrucche, ed anche gli accessori quali; testina porta parrucca e box per contenere il tutto…più o meno come oggi!!!
In oriente le botteghe di barbiere erano diffuse in ogni città, e che il salone fosse anche allora un ritrovo per chiacchierare lo riprova il ritrovamento di un documento del 18° secolo a.C.
I barbieri si trovavano tutti in un’unica strada.

n.d.r.( questo mi ricorda la zona dedicata all’elettronica & simili che si trovava nella Londra degli anni 70 e che credo si trovi ancora, tale sistema di raggruppamento per categorie credo sarebbe molto valido anche oggi….invece di tanti centri commerciali).

Il barbiere oltre ai profumi e belletti vari..aveva anche degli altri obblighi non troppo piacevoli come rasare i lebbrosi per renderli riconoscibili,rasare la nuca dei condannati, e facevano inoltre anche i chirurghi, ma non è chiaro come e con quali ..risultati.

Nel medioevo, i Franchi, i Longobardi e l’uomo medioevale in genere davano un gran valore alla capigliatura ,i capelli lunghi nel medioevo erano simbolo di stirpe reale…tanto più lunghi tanto più elevato il rango,insomma le folti e lunghe chiome servivano a distinguersi dal popolo e la totale rasatura del cranio era applicata per esempio come punizione ai vinti e ai prigionieri.

Una poesia del 15° secolo parla così dei barbieri:
“Il Barbiere e le sue serventi son spesso birbe e meretrici. Da loro si ritrovano in gran numero ladri, bugiardi e ruffiani che di tutto il mondo conoscono le *fole” (*fiabe,storie=oggi gossip)

Nel 1500 il mondo cambia, i capelli corti e la barba per l’uomo,sono ora segno di virilità, le donne iniziano a tingersi di rosso tiziano con l’hennè o a schiarirsi i capelli con la camomilla ed altri intrugli che in più occasioni arrecavano dei seri danni alla cute causando ustioni, infezioni e caduta di capelli.

Dopo questo brevissimo sguardo alle origini (incerte) di questo mestiere passiamo ora al nostro “antico” appunto i giorni nostri o quasi, insomma l’altro ieri e ieri.
In Italia (ma anche in altri paesi) spesso il mestiere di barbiere nasceva nelle strade senza un posto dove “esercitare” bastava uno sgabello sul marciapiede ..e via.
Solamente nelle città, il barbiere era sinonimo di “sala da barba e di ritrovo”dove tra un servizio e l’altro si parlava di tutto dallo sport alla politica.
“Ragazzo spazzola” è una frase che solo i più vecchi ricordano, come anche “avanti il prossimo”,o “un po’ di brillantina?”.
Invece la colonia spruzzata addosso con il vaporizzatore metallico, era il tocco finale d’obbligo che differenziava i comuni mortali da chi..era appena uscito dal barbiere..e si sentiva!!!
Personalmente ero ragazzino e ricordo con terrore il momento della lisciata finale ai capelli fatta con il pettine (prima di far osservare con lo specchio che il lavoro fatto fosse di mio gradimento)
Il pettine veniva passato più volte dalle setole della spazzola sui denti per dar d’intendere che lo stava pulendo per me...ma ahimè.. impresa inutile, il pettine era incrostato e la spazzola pure.
Certo nei saloni di prima categoria..”forse” era diverso, ma con 100 lire,cosa si poteva pretendere?

Ormai vi parlo di Trieste e pertanto…..il dialetto diventa d’obbligo:

Mia mama ogni tanto quando la gaveva i soldi la me diseva:
Ciapa 100 lire e va a taiarte la cavelada..che te casca el ciufo sui oci!! o te meto el saldin!!

De più grandeto le robe andava meio..si perché quando andavo dal brivec..ghe disevo ..me racomando, taio a pacheto!!insoma decidevo mi..no mia mama oramai iero grande!!
Semo nel 1950 e iera “quasi” finidi i tempi che per risparmiar, le mame ghe taiava i cavei ai fioi con in testa la scudela..!!adeso andava de moda el taio ala “bughi bughi” de Nino, ma bisognava cior el bilieto perché la fila iera longa..su per via del bosco.
Altri barbieri iera specialisti nel taio ala mascagna,ala umberto..ma Nino iera el più moderno..e cussì..el se ga fato i bori..ah che tempi.

De più grande ancora ..gaveria avudo a che far coi barbieri e le paruchiere, per el mio lavor de rapresentante...e de quel periodo gavesi de scriver per setimane e ani…ma va ben ve conto solo un poco.
I barbieri iera tanti e ognidun gaveva qualche particolar che li distingueva, per esempio se te volevi veder qualche baba poco vestida ,iera quel de San Giacomo che no ghe mancava mai la materia prima ,tanto che un giorno go trovà serà..perchè el iera andà a ciapar el sol drio le sbare..ah che tempi..ogi te mazi sette de lori te va dentro un per de giorni...e se te ciapi 10 in condota!! i te lassa libero !!

De altra stofa iera un per de barbieri ...cussì bravi de sonar el mandolin..me ricordo de Mastropasqua in via San Cilino...a San Giovanni....andavo la e no saria più andado via, tanto bravo el iera col mandolin..(el sonava anche in radio..ma el iera barbier).. In via Udine iera uno che sonava la chitarra classica..ma cussì ben..chel me fazeva quasi nervoso (si ameto…de invidia) ,ancora uno iera amante dei presepi el iera in Scala Santa, presepi cussì grandi e bei..no li gavevo mai visti..
Anche qualche balordo poco rispetoso dei sui clienti ricordo, un mona de valmaura..chel ghe lavava la testa ai sui “afezionadi aventori”col detersivo Olà!! per fortuna sai pochi iera cussì..str…

A Muja go sai bei ricordi de tante brave persone specialmente dei Apostoli & soci ..po iera un barbier a San Giacomo el se ciamava Guerino,ben ve digo che iera come chel fosi mio pare ,iera un bon cliente che comprava tuto de mi ,ma più de tuto el se fidava ciecamente de quel che ghe consigliavo per darghe ai sui clienti ,el me domandava consigli e mi de rimando ogni favor chel me domandava, per mi iera un piazer farghelo, el gaveva un problema con el fon o con la machineta per taiar i cavei?..lui saveva che ghe capivo..e mi me li portavo a casa e ghe li riparavo ,per niente ovio..ah dimenticavo prima disevo de muleto el teror dei petini incrostadi?..ben ve posso asicurar che non ghe iera un salon più neto de quel..el gavea sempre la straza in man per lustrar..
i sui petini,le spazole e tuti i ordegni de lavor lustri come un specio!!!sempre come pena compradi
Grande Guerino!!

In centro città gavevo un per de clienti che no posso no ricordar tanto i me piaseva ..per contro sempre in centro, un salon de prima categoria inveze el me stava sul stomigo per la sua grande antipatia e avarizia e i tarocchi chel fazeva sui prodoti..all’insaputa dei clienti, per esempio el comprava le lozioni più bone e dela marca più prestigiosa che lui ghe proponeva ad una clientela fata tuta de avocati, dotori e cussì via e dopo averle usade…el se teniva le fiaschete svode ed una ad una el se le impiniva con prodoti de due lire compradi a litro insoma ”un prodoto de cache..vestido de lusso” bravo no?…e proprio lui me diseva “tanto i clienti non capissi niente”.

Ma ritornemo ai bravi che iera la stragrande magioranza..in via Galatti angolo piaza Oberdan..iera la bottega dei Sasco ,iera pare e fio….no so come farve capir..andar la dentro iera un
vero premio..persone cussì no esisti più, me pareva de entrar in un ambiente de cento ani prima..soto l’austria ma ierimo intorno ai ani 60!! El papà de Sasco ghe rasomigliava a Mussolini anche perché el iera completamente calvo..ma te pareva de aver a che far con un “Franceso Giuseppe”..me spetavo sempre de sentirlo parlar in tedesco ,ma no! triestin el parlava!! un portamento austero e autoritario,una persona dal caratere forte e deciso e de una educazion che no esisti più e con la zonta de una classe mai vista .
Nel stesso tempo el pareva un duro,inveze el iera un vero toco de pan e tanto cocolo ,el fio iera petinà come Rodolfo Valentino un altro toco de pan (che i gavesi avudo anche una paneteria?)..i gaveva una clientela tanto bela quanto i se meritava ,insoma pensè che drio una tenda nel “retrobotega” i se preparava de soli (dopo aver comprà de mi la materia prima che iera i pachi de savon) a Trieste nasseva cussì el primo savon de barba chel sia in crema messo dentro de una pompa per la brillantina (Bryllcream)...struca la pompa el savon va sul penel..senza tocar niente altro... igiene al 100%.
All’epoca el savon veniva messo in una bacinela (fata aposta) e de la i tociava el penel..una barba dopo l’altra…i due Sasco gaveva deciso che questo no iera igienico e che i sui clienti se meritava qualcossa de meio alora cosa far se no inventarse el savon da pompa ! cussì ogni cliente gavesi avudo la sua personal razion de savonada..senza tociar el penel nella savonada del cliente precedente…la riceta iera questa:
una stanga de ½ kg de savon duro”Pan Stick”de marca Gavarry
1 kg de savon in pasta sempre marca Gavarry tipo oro
1kg de savon in pasta media all’oio de mandorla amara, marca Cella..
el tuto messo in una granda pignata a boir per circa 30/40 minuti…el risultato? veniva fora una crema giusta per esser messa nele pompe.
Una strucada personal per ogni cliente..col penel ben lavà dopo le barbe fate prima ....el miracolo iera fato, i clienti iera adesso servidi come in nessun altro salon ,dai magnifici due signori Sasco.
Per concluder in beleza i due Sasco dopo averme fato asister alla “cottura” i me fazeva veder la scorta de forbici e de rasoi..(almeno 100)!!! de tute le marche e le misure 3/8- 4/8- 5/8- 6/8..e savè perché de tante misure?...no? alora ve lo digo:
el rasoio 3/8 a lama streta per le barbe più dure..quele barbe de aciao!!
i rasoi a 4/8 ..per barbe solo de fero
i 5/8 a lama media ..per barbe normali
infin el rasoio 6/8 a lama larga che canta..per barbe più legere e/o delicate..
e tuta sta grazia impicada un a un nela sua rispetiva scarsela a parede ,come se usa nele oficine coi ordegni ,in più proteti da una coverta tipo tenda per coverseli da oci indiscreti ,si perché el rasoio iera un ordegno che el barbier iera sai geloso..solo lui podeva tocarlo.
Ogi el barbier no ga gnanca un rasoio a lama libera.(a parte qualche mosca bianca) i dopra un unico rasoio con la meza lameta….ah che tempi..ah che tristeza.

Le done nei ani 50s e poco avanti....le andava in salon e le ghe diseva:
Maria fame una permanente che me duri fin Nadal ..anche se le iera pena in genaio.
Le paruchiere ogi dopra “armi moderne” fate de “caschi a ragi infrarossi agli ioni” “phon con l’ozono” “piastre liscianti in ceramica e tormalina a display digitale”…e vanti de sto passo..me ricordo nei ani 50 ,iera ancora presenti nei saloni le machine per far la permanente a caldo e mi vendevo nei saloni i liquidi (acidi..se diseva alora) dela premiada casa tedesca “Fuwa” i andava dopradi con le machine a caldo..
La machina a caldo consisteva de; una base con circa 8/10/12 tubi de aciao con dentro una resistenza che li riscaldava ,e sora sti tubi se meteva le pinze a forma de bigodin 20-30 in tuto,una volta calde ste pinze le veniva messe sule cioche de cavei non prima de averli bagnadi col liquido de permanente.
Anche questi strafanici me xe capitado de ripararghe gratis a qualche paruchiera in difficoltà (ma se sa per amor del lavor e del companatico se fa questo e altro).
La permanente de alora doveva durar 1 ano…la iera dura e forte, tanto che la ghe gavesi fato le onde anche ai tondini de fero…ah che tempi.
Ma credo de aver za scrito tropo..e per contarve altro doveria scriver altre 100 pagine almeno..ma sicome son bon..ve le risparmio.

Bruno

seguiranno le immagini....se arrivo ad inserirle
Profilo Trova tutti i messaggi di stellina Messaggio privato
MessaggioInviato: Gio Feb 26, 2009 3:21 pm Rispondi citando
stellina
Registrato: 10/02/07 23:04
Messaggi: 110















prima parte... FINE
Profilo Trova tutti i messaggi di stellina Messaggio privato
parte seconda..
MessaggioInviato: Gio Feb 26, 2009 3:29 pm Rispondi citando
stellina
Registrato: 10/02/07 23:04
Messaggi: 110
















fine parte seconda segue......
Profilo Trova tutti i messaggi di stellina Messaggio privato
terza parte
MessaggioInviato: Gio Feb 26, 2009 4:53 pm Rispondi citando
stellina
Registrato: 10/02/07 23:04
Messaggi: 110















segue parte quarta
Profilo Trova tutti i messaggi di stellina Messaggio privato
parte quarta
MessaggioInviato: Gio Feb 26, 2009 5:00 pm Rispondi citando
stellina
Registrato: 10/02/07 23:04
Messaggi: 110















segue parte quinta
Profilo Trova tutti i messaggi di stellina Messaggio privato
parte quinta....
MessaggioInviato: Gio Feb 26, 2009 5:08 pm Rispondi citando
stellina
Registrato: 10/02/07 23:04
Messaggi: 110
















segue parte sesta
Profilo Trova tutti i messaggi di stellina Messaggio privato
MessaggioInviato: Gio Feb 26, 2009 5:39 pm Rispondi citando
servolo
Registrato: 09/10/05 15:55
Messaggi: 2194
Località: trieste




Salve STellina,te mancavi un batalion de tempo,ben tornado,ogni tanto in compagna se ricordemo de ti,propio una bela sorpresa Smile Smile
Servolo

_________________
se no guanta cambia
Profilo Trova tutti i messaggi di servolo Messaggio privato Invia email
grazie
MessaggioInviato: Gio Feb 26, 2009 5:52 pm Rispondi citando
stellina
Registrato: 10/02/07 23:04
Messaggi: 110




anche mi me ricordo volentieri dela bela zena a cattinara..e de tuti voi tanto cocoli.
tropi problemi go avudo e i se ancora quà che i rompi i bobi..ma me riprometo de eser più presente.
intanto continuo con la storia dei paruchieri in imagini che la xe ancora longa...

a presto e ciao a tuti....bei e bruti...

stellina
Profilo Trova tutti i messaggi di stellina Messaggio privato
parte sesta...
MessaggioInviato: Gio Feb 26, 2009 5:59 pm Rispondi citando
stellina
Registrato: 10/02/07 23:04
Messaggi: 110















seguirà parte settima
Profilo Trova tutti i messaggi di stellina Messaggio privato
settima puntata...
MessaggioInviato: Gio Feb 26, 2009 6:06 pm Rispondi citando
stellina
Registrato: 10/02/07 23:04
Messaggi: 110















seguirà....la parte ottava
Ciao
STELLINA
Profilo Trova tutti i messaggi di stellina Messaggio privato
MessaggioInviato: Ven Feb 27, 2009 12:50 am Rispondi citando
Auriel
Ospite




Ciau Stelina, xè stà longo ma te gò leto (par la prima volta) 'sai volentieri, ma ORCA PIPA ROTA!!!, indove te son 'ndada a trovar tute quele stampe, foto etc.??? Surprised Surprised Surprised

Ri-ciau e stra-bacioni Idea Idea Idea , Lela.
MessaggioInviato: Ven Feb 27, 2009 12:14 pm Rispondi citando
margherita
Registrato: 25/12/05 19:43
Messaggi: 3072
Località: Trieste




Bentornado Stellina, gò visto tutto quel che te gà messo, assai interessante. Smile Smile
Se te gà nostalgia della zena.....no sta mancar la prossima ! Very Happy

_________________
Nessuno diventa sapiente per puro caso (Seneca)
Profilo Trova tutti i messaggi di margherita Messaggio privato Invia email
parte ottava.....
MessaggioInviato: Ven Feb 27, 2009 1:52 pm Rispondi citando
stellina
Registrato: 10/02/07 23:04
Messaggi: 110




8







segue la nona....parte intendo... no la nona in carne ed ossi
Profilo Trova tutti i messaggi di stellina Messaggio privato
la nona..ecola!!
MessaggioInviato: Ven Feb 27, 2009 1:57 pm Rispondi citando
stellina
Registrato: 10/02/07 23:04
Messaggi: 110










seguirà..la decima parte

Stellina
Profilo Trova tutti i messaggi di stellina Messaggio privato
10ma....
MessaggioInviato: Ven Feb 27, 2009 2:00 pm Rispondi citando
stellina
Registrato: 10/02/07 23:04
Messaggi: 110










segue la parte 11ma

Stellina
Profilo Trova tutti i messaggi di stellina Messaggio privato
El mestier del barbier e paruchier da avanti cristo ad ogi..
Indice del forum » c'era una volta ... a trieste
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora  
Pagina 1 di 2  
Vai a pagina 1, 2  Successivo
  
  
 Nuovo Topic  Rispondi  
Forumer.it © 2015