TRIESTE FORUM
login.php profile.php?mode=register faq.php memberlist.php search.php http://trieste.forumer.it

Indice del forum » Storia de trieste » Scontri 5-6 novembre 1953: un ricordo a 55 ani de distanza Vai a pagina 1, 2  Successivo
Nuovo Topic  Rispondi Precedente :: Successivo 
Scontri 5-6 novembre 1953: un ricordo a 55 ani de distanza
MessaggioInviato: Gio Nov 06, 2008 12:05 pm Rispondi citando
machinista
Registrato: 12/08/06 16:48
Messaggi: 162
Località: Trieste




Ieri e ogi iera 55 ani dei scontri in piaza tra manifestanti che voleva Trieste italiana e "cerini" e militari inglsi. Come tuti sa in quei scontri xè morti 6 triestini, de cui almeno 3 per sbaglio (Addobati, Zavadil e Bassa). Senza rinvangar problemi politici (no voleria fomentar fogo) voleria ricordar questi morti, e contarve quel che me ga dito mio papà anni fa (ormai xè più de 30 che il xè morto...).
Lui iera cerin, e il iera de servizio sia il 5 che il 6 novembre. El 5 novembre ga partecipà a azioni de mesa in sicureza dele persone (no cariche o altre manifestazioni de violenza), mentre il 6 iera in piaza Unità proprio co xè iniziadi i scontri. I manifestanti ga inizià a lanciar piere e sasi sui cerini, che ga tentà de calmar la gente. No xè vero (cussì me ga dito lui, atenzion!) che ghe xè stade colutazioni tra agenti e manifestanti, no ghe xè stà contato fisico. Invece a un certo punto i gà dovesto ritirarse in Prefetura, perchè iera soverchiai come numero e proprio per evitar el contato fisico. Qua in Prefetura I INGLESI XE' GA' AFACIA' DALE FINESTRE E GA' COMINCIA' A SPARAR mentre lori iera de drio che li guardava alibidi. E cusì come el giorno prima xè stà gli inglesi a copar la gente e a darghe la colpa ai cerini che no i gaveva tocà arma (nonostante quel che se disi...)
Ripeto: questo xè quel che me gà contà la buonanima de mio papà.

_________________
Vittorio

"La tragedia della vita non è non raggiungere gli obbiettivi, ma non avere degli obbiettivi da raggiungere"
Profilo Trova tutti i messaggi di machinista Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Ven Nov 07, 2008 9:49 am Rispondi citando
macondo
Registrato: 03/12/05 22:37
Messaggi: 344




Nela mia colezion go trovado due foto de archivio de la stampa internazional. I originali xe abastanza grandi e i vien con una nota de la agenzia. Pol esser che le sia inedite (nel senso che i gaveva ciapado diverse foto ma publicado solamente qualcheduna dela serie).
La prima xe assai interessante e me par che la fossi ciapada all'inizio dei scontri dela cesa de San Antonio. Come se pol notar, le ombre ne disi che iera de mattina (5 Novembre?) e che ghe iera ancora in giro i passanti. Anche i cerini se ne vedi relativamente pochi...

Profilo Trova tutti i messaggi di macondo Messaggio privato
MessaggioInviato: Ven Nov 07, 2008 9:54 am Rispondi citando
macondo
Registrato: 03/12/05 22:37
Messaggi: 344




E questa ciapada in Corso, quando i brusava el circolo indipendentista de la Galeria Borsatti.

Profilo Trova tutti i messaggi di macondo Messaggio privato
MessaggioInviato: Ven Nov 07, 2008 4:31 pm Rispondi citando
york
Registrato: 18/12/05 18:14
Messaggi: 1417
Località: Victoria, BC, Canada




Ma xe posibile che nianca un bel biondo tra tuta quala gente?? Surprised Smile Smile Smile Smile

York Very Happy

_________________
".......And whether or not it is clear to you, no doubt the Universe is unfolding as it should."
Profilo Trova tutti i messaggi di york Messaggio privato
MessaggioInviato: Ven Nov 07, 2008 6:54 pm Rispondi citando
machinista
Registrato: 12/08/06 16:48
Messaggi: 162
Località: Trieste




macondo ha scritto:
...
La prima xe assai interessante e me par che la fossi ciapada all'inizio dei scontri dela cesa de San Antonio. Come se pol notar, le ombre ne disi che iera de mattina (5 Novembre?) e che ghe iera ancora in giro i passanti. Anche i cerini se ne vedi relativamente pochi...

Alora la foto xè efetivamente ciapada la matina del 5 novembre in piaza Sant'Antonio, e la xè subito prima dela carica fata dai cerini che ga "profanà" la cesa inseguendo e ferindo la gente anche dentro. Al pomerigio el paroco de Sant'Antonio Novo ga procedù ala riconsacrazion dela cesa medesima, e quando stava per finir la riconsacrazion qualchedun, provocà dai inglesi che che i sgasava a più no poso coi camion, ga ricomincià a tirar piere verso la caserma adeso dela Finanza, al'epoca dele forze angloamericane sul canton de via Trenta Ottobre. Imediatamente i inglesi ga imbracià el sciopo e via, fuoco "intimidatorio sopra le teste". Ma chisà come mai sul colonato de Sant'Antonio xè ancora i busi dele palotole al'alteza del mio peto (son alto 1.80, i busi sarà al'alteza de 1.5 metri), Adobati iera un muleto e xè stà colpì alo sterno, e Zavadil pasegiava con suo nipote in Corso Italia (e questo vol dir che la palotola ga fato tuta via Dante Alighieri prima de colpirlo)... Se questo xè spara sora le teste...

_________________
Vittorio

"La tragedia della vita non è non raggiungere gli obbiettivi, ma non avere degli obbiettivi da raggiungere"
Profilo Trova tutti i messaggi di machinista Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Ven Nov 07, 2008 7:07 pm Rispondi citando
machinista
Registrato: 12/08/06 16:48
Messaggi: 162
Località: Trieste




macondo ha scritto:
E questa ciapada in Corso, quando i brusava el circolo indipendentista de la Galeria Borsatti...

Questa la xè invece fata il 6 novembre, come proseguio de uno sciopero de studenti de protesta pei morti del giono precedente. Sul libro fotografico de Ugo Borsatti sui giorni de Novembre 53 che mi posiedo se vedi una foto fata dal'altra parte che inquadra Manzi (uno de quei morti in piaza Unità) ala finestra dei ufici del Fronte Indipendentista che svoda tuto in strada e cava la bandiera del fronte per meter quela italiana. Xè l'ultima foto de Manzi ancora vivo. Dopo pochi minuti, finido de devastar i ufici del Fronte, i manifestanti xè andai in piaza Unità e là savemo cosa che xè suceso...

_________________
Vittorio

"La tragedia della vita non è non raggiungere gli obbiettivi, ma non avere degli obbiettivi da raggiungere"
Profilo Trova tutti i messaggi di machinista Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Dom Nov 09, 2008 2:51 am Rispondi citando
Ursus Canadiensis
Registrato: 18/12/05 17:20
Messaggi: 2272
Località: Okanagan Valley, BC (Eden)




macondo ha scritto:
...
Ma chisà come mai sul colonato de Sant'Antonio xè ancora i busi dele palotole al'alteza del mio peto (son alto 1.80, i busi sarà al'alteza de 1.5 metri), ...


Una bala de s'ciopo tirada in cità, tra muri, colone, pai de metal ecc. la pol partir in direzion est orizontale e finir in direzion sud-ovest in discesa, o viceversa, o dove che ghe par e ghe piasi, basta che la tochi un ogeto anche inoquo, come un ramo de albero. Mi saria sai curioso se ghe xe stade condote indagini balistiche, o se i se ga mesu tuti cantar canzoni patriotiche e darghe la colpa ai altri. Mi conoso cerini che jera de serivizio quel giorno, un de lori un cugin. Efetivamente gente ghe tirava piere adoso a lori, piere mirade per colpir el viso. La diferenza tra eser colpido de una piera e una bala xe la velocità. Sia l'una che l'altra te pol copar. Se un el xe bastanza iresponsabile de cominciar a tirarghe piere ai cerini, el pol spetarse che prima o dopo sti qua i se difenderà.

Orso

_________________
Vieillir est encore le seul moyen qu'on ait trouvé de vivre longtemps.
INVECIARSE XE TUTOGI LA SOLA MANIERA DE VIVER A LUNGO.
Profilo Trova tutti i messaggi di Ursus Canadiensis Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Dom Nov 09, 2008 10:22 am Rispondi citando
macondo
Registrato: 03/12/05 22:37
Messaggi: 344




Racomendaria che ve legessi 'Le armi per Trieste italiana' de Sergio Maranzana.
I morti de sti giorni i iera stadi 'zercadi' per acelerar el ritorno de l'Italia. No xe un mistero che certi grupi iera stadi in contato con i servizi segreti italiani e fornidi de soldi, adestramento e armi. In Piaza Unitá, el 6 de novembre, un grupeto de manifestanti gaveva aparentemente tirado bombe a man e qualche pistoletada ma senza ferir a nissun.
Profilo Trova tutti i messaggi di macondo Messaggio privato
MessaggioInviato: Lun Nov 10, 2008 12:36 am Rispondi citando
Larry
Registrato: 13/10/05 22:43
Messaggi: 377
Località: Inghilterra




Machinista, ho letto tuo post in merito al 7 novembre. Sono un ex-soldato inglese ex-membro delle Forze alleati nel TLT dal 1946/7 e dal 1948 sino al Settembre 1953. Tutti coloro che si interessano che prestavano servizio nel TLT durante il periodo 1945/54 fanno parte dell’Associazione BETFOR e abbiamo un sito web sul quale ho posto una richiesta per chiunque che era in Trieste al quel tempo di contattarmi con i dettagli e storie di quel giorno. Appena ricevo risposte ritornero su questo soggetto.
Io ho a casa mia un nastro video messo fuori dall’Istituto Luce con sede a Roma che credo che e ancora disponibile su richiesta. La copertura della scattola che contiene il nastro comprende una fotografia degli agenti Italiani che affrontano la folla nella Piazza. Tutti sono armati con delle fucili. Credo che sono membri della Polizia Venezia-Giulia, ma non son sicuro. Potrebbero essere anche ‘cerini’. Credo che la Polizia Venezia-Giulia erano usati dal GMA, come la prima linea di resistenza alla folla. Tengo anche un DVD intitolato ‘Trieste Sotto’ , 1943-1954. La storia tragica e straordinaria di una citta in prima linea – di Mario Maranzana– anche questo dall’Istituto Luce di Roma, che e` anch’oggi disponibili su richiesta. Inoltre, nel 2004, ‘Il Piccolo’ ha messo fuori una serie di volumi, 6 in totale, intitolati TRIESTE, una storia per immagini. Due di questi lo ho io, volume 3 (che copre gli anni 1932/1945, e volume 4 che copre il periodo 1945/1954. Anche questi libri sono ancora oggi disponibili dal ‘Piccolo’. Io non dico che non hai ragione nel dire che furono gli inglesi ad aprire il fuoco contro la folla ma sono un po scettico. Con solo due morti trovo strano che il colpo cade sulle truppe inglesi. In tutte le fotografie che ho visto io dell’affare, la folla e composta da solo uomini. Non c’e` in vista nemmeno una donna, (come dice il nostro amico in Australia, “neanche una bella bionda”). Credo che saria fortunato cercare gli organizzatori delle proteste e gli amministratori delle (??studenti??) che sono scesi in citta il giorno dopo in protesta alle morte. Pero, porgo solo questa domanda. I nostri soldati a quell’epoca erano quasi tutti di leva, senza istruzione nel controllo di una protesta cosi grandi. Non volevano essere soldati, non volevano nemmeno essere a Trieste, in un paese ancora considerata come nemica dagli inglesi anche se erano passati 8 anni dalla fine della guerra. Abbiamo avuti abbastanza a che fare con i partigiani jugoslavi lungo la linea Morgan e poi, ad un tratto trovare una folla di gente che consideravamo amichevole, comminciare tirare sassi adosso, allora, cosa avresti fatto tu nelle stesse circostanze confrontato cussi?
Io mi ero sposato con una mula di S.Sabba, e con due figlie nati in Trieste quando semo ritornai in Inghilterra in quel settembre 53. Ci siamo rimasti assai sconcertati alla notizia che si giunse al 9 Novembre, giorno del compleanno della mia moglie.
Per ora basta. Condivido con te il rammarico per la morte di quelle persone ma in una situazione cosi, morti sono inevitabili.
Se vuole ancora un po della storia di quella volta ho un vecchio amico che si chiama Guido Rossignoli, chi viveva in Inghilterra ma chi secondo le ultime notizie che ho avuto in merito ora si trova in qualche parte di Roianno. Egli ha fatto degli anni nella ricercha della storia di quell’epoca e voleva pubblicare un libro sul soggetto, ma non ho piu notizie di egli.
Larry. (il mio e-mail e: veccio@sky.com).

_________________
Larry the Lamb
Profilo Trova tutti i messaggi di Larry Messaggio privato
MessaggioInviato: Lun Nov 10, 2008 7:09 am Rispondi citando
machinista
Registrato: 12/08/06 16:48
Messaggi: 162
Località: Trieste




Larry Evil or Very Mad Evil or Very Mad Evil or Very Mad con tuto rispeto per ti e tuti quei come ti che se vegnudi a liberarne da fascismi, comunismi e nazismi vari. Me par de aver capì che se mio papà fosi vivo gaveria più o meno i tuoi ani, e quindi te scolto come te poderia scoltar una dele tue fie. Mi no stago difendendo nissun e nissun acuso, volevo apunto che chiunque gavessi qualche ricordo magari non direto (discorsi dei genitori o dei noni) scrivesi la sua. Mi go solo riportà quel che me gaveva dito mio papà. I morti violenti xè tuti bruti, sia da una parte che da quel altra, e mi go sempre sostenù che tanti "vittime del fuoco dell'oppressore" se la ga zercada, se i gavesi manifestà in maniera normale no saria suceso niente (vedi ad esempio Carlo Giuliani a Genova).
A proposito: i cerini iera sì armai de sciopi, ma no tuti. Per esempio mio papà gaveva sparà solo in poligono de tiro a Opcina e dopo el girava col manganel e basta. Quel 6 novembre, per esempio, lui iera apunto solo col manganel, e ripeto quel che lui per ani me gà contà (con un velo de tristeza perchè el se sentiva in colpa per non aver podù far nula per evitar i morti) e cioè che ale finestre dela Prefetura xè andà i inglesi e se stai lori a sparar. Mi penso che come te ga scrito giustamente ti i semplici iera tuti muli senza tanta istruzion, e che i sia stai traviadi dai avenimenti (veder la gente che protesta) e magari oviamente da ordini dei lori direti superiori che ghe ga ordinà de sparar.

_________________
Vittorio

"La tragedia della vita non è non raggiungere gli obbiettivi, ma non avere degli obbiettivi da raggiungere"
Profilo Trova tutti i messaggi di machinista Messaggio privato Invia email
Post subject
MessaggioInviato: Lun Nov 10, 2008 11:16 am Rispondi citando
Colin Cesare Colussi
Registrato: 28/12/05 22:32
Messaggi: 483
Località: Frankston Vic. Australia




Xe assai dificile parlar dela Storia de Trieste durante el periodo '45-'54
perche xe poche persone che xe preparade de dir, e che pol saver come che iera le robe a quel tempo, e el mal xe che tuti ierimo involti de una parte o del'altra e anche de una terza parte come nel caso de Larry e per cio' tendemo a ricordarse i eventi dal nostro punto de vista con un certo
"Bias". Tuti se dimentica che la P.C.V.G. iera al sevizio del G.M.A. che a quel tempo i tegniva la linea ocidentale ferma contro la "CORTINA DI FERRO". Uno dei grandi problemi che i gaveva iera de mantegnir la legge e l'ordine civile secondo i concetti occidentali. Durante quei ani xe stadi tanti scontri fra polizia e manifestanti, e xe stade morti anche dal'altra parte "che nissun se vol ricordar". Fino al 1952 (L'ano che son anda' via mi) El G.M.A. xe sempre stado a favor dela parte Italiana per el semlpice fato che l'Italia iera parte del'Occidente, e la conclusion dal G.M.A. punto de vista no podeva esser altra che el ritorno de Trieste al'Italia.
Dito tuto questo el fato rimane l'ordine publico devi esser mantegnu' e che
se le forze del'ordine se senti minaciade le reagisi in sua difesa come del resto tute le polizie del mondo fa. Se ogi volemo cercar colpe dopo tanti ani xe meo che stemo ziti e dimentichemo. Ciao Coce

_________________
La Vita

piu' che la pendi

piu' la rendi
Profilo Trova tutti i messaggi di Colin Cesare Colussi Messaggio privato Indirizzo AIM
MessaggioInviato: Mar Nov 11, 2008 10:56 pm Rispondi citando
Larry
Registrato: 13/10/05 22:43
Messaggi: 377
Località: Inghilterra




Sad Macchinista, tu, mi e Coce abbiamo ragione. Pero, dalla mia richiesta per informazione da miei amici sul web Betfor Association.org, mi e venuto due risposte in merito. Sono del reggimento Suffolk che ersano proprio di servizio quei giorni e anche giu in Piazza. Mi hanno detto che stanno preparando un piccolo racconto di quel che si ricordano di quel giorno e appena che lo ricevo postero qui quanto dicono. Nel frattempo ho scoperto un sito web interessante. Cerchi su questo link:
http://www.triesteitaliana.it/#1953
No go visto tutto ma mi par assai interessante,
Larry

_________________
Larry the Lamb
Profilo Trova tutti i messaggi di Larry Messaggio privato
MessaggioInviato: Ven Nov 14, 2008 12:19 am Rispondi citando
Larry
Registrato: 13/10/05 22:43
Messaggi: 377
Località: Inghilterra




:(Macchinista, eccoti una delle risposte che ho avuto finora sugli affari del 5/7 Novembre 53. Non che da molta luce sugli evvenimenti ma e soltanto i ricordi di un semplice soldato inglese di allora. Segue:
ecco qua un piccolo resoconto di quel periodo in Novembre 53, inviatomi da uno che era li. E accompagnato anche da una fotografia ma non so come fare per postarla qui. Fra poco trovaro un metodo per inviarti oppure, dammi il tuo indirizzo e-mail e cosi ti inviero tutto in un colpo. Traducco quel che mi ha inviato il mio amico qua sotto.

I DISTURBI IN TRIESTE 1953.

Quando han commincato i disturbi in Piazza Unita`, il nostro platone MMG, dalla prima battaglione The Suffolk Regiment, era su in Basovizza al poligono praticando con i nostri mitagliatrici Vickers. Nostro ufficiali di Platone, un Capitano Fairholme, ha ricevuto un messaggio di montare i nostri mitagliatrici sulle macchine blindati e ritornare in caserma. Invece siamo andati alla Piazza Unita`. Quando siamo arrivati abbiamo trovati che gli Americani avevano chiusa la Piazza, formando un cordone davanti alla caserma della Polizia Venezia Giulia. Siamo rimasti li per un po di tempo e, dopo ha disperso la folla, siamo ritornati alla nostra caserma in Via Rossetti. Non c’era che fino al prossimo giorno che abbiamo inteso dalla sparatoria e in tal tempo gente avevano messi dei fiori nei posti dove le fatalita` sono accaduti.
Credo che era la Compagnia B che han poi assunto il potere dagli Americani, sotto il commando di un Maggiore Dewar. (Vede la fotografia). Il giorno seguente la nostra compagnia – Compagnia di Supporto – fu messo sull’Alerte, con posti di guardia attorno gli alberghi e sulle case importante. La nostra platone fu inviata alla caserma della Polizia VG per montare la guardia sulla porta di fronte. Altri sono stati inviati ad altri alberghi ed altri posti di, forse, piu disturbi. L’Hotel Excelsior, dove furono alloggiati certi dei nostri ufficiali, mi ha causato un po di confusione. Nei primi giorni dei distrubi, abbiamo montati la guardia con un fucile con delle palottole, ma, apparentemente qualche ufficiale alto ha fatto delle obiezioni che noi portavamo una bandoliera di palottole .303 mentre eravamo di guardia, e allora, quando eravamo davanti la porta della caserma delle polizia VG, eravamo forniti con una rivoltella sulle nostre cinture, ma senza munizione. Le nostre fucile furono lasciati in un camera vicina. Una sera due ragazze mi sono venuti vicino, e una di loro gridava, “Help me” (aiutami). Allora, siccome non potevo vedere una ragazza cosi in angoscia, sono andato fuori per vedere se potevo essere di assistenza per essere salutato con delle pietre lanciati da loro amici. Buono che non avevano una buona mira perche facevo un buon bersaglio essendo due metri di altezza.
Un’altra incidente stupida era quando uno dei nostri compatrioti facendo la guardia fuori dalla caserma della polizia VG, e ritornato nella camera della guardia coperto da sputacci. I ragazzi Triestini avevano gettato tanta moneta di lire per terra e questo nostro amico si e andato a prenderli, e mentre faceva cosi, i ragazzi han comminciato a sputarlo adosso.
Il deposito di munizione era un’altra punto di guardia, mentre sulle torre di guardia abbiamo avuto una bella vista dalle scene di amore tra le ragazze e ragazzi Triestini. Gli abbiamo chiamato questo “White Bums in the Moonlight”, una veduta gratis dall’amore notturna delle Triestini. Immagino mi, un ragazzo tutt’innocente, dovendo vedere tutti questi buffonerie come una bestia frustrato, che un poco di tempo prima aveva abbandonata le braccia della mia ragazza nel Suffolk in Inghilterra. C’era anche una visitatore frequente, che noi la chiamava Montebella Lill, specialmente quando nostro Sergente era di servizio di notte. Abbiamo sempre meravigliati dov’era andata la sua razione di sigarette, perche egli sempre ci chiedeva una da noi!.
(La fotografia dimostra il platone del reggimento Suffolk che marcia verso la Piazza con il Maggiore davanti e i soldati con i fucili nella posizione di riposo pronto).
Larry

_________________
Larry the Lamb
Profilo Trova tutti i messaggi di Larry Messaggio privato
MessaggioInviato: Ven Nov 14, 2008 8:39 am Rispondi citando
machinista
Registrato: 12/08/06 16:48
Messaggi: 162
Località: Trieste




Smile Larry grazie per i tuoi scriti! Xè comunque un ricordo de quei anni!

_________________
Vittorio

"La tragedia della vita non è non raggiungere gli obbiettivi, ma non avere degli obbiettivi da raggiungere"
Profilo Trova tutti i messaggi di machinista Messaggio privato Invia email
MessaggioInviato: Ven Nov 14, 2008 4:07 pm Rispondi citando
RICKY13
Registrato: 06/09/07 12:02
Messaggi: 34




Mio nono me contava che lui che lavorava nella bakery delle caserme el conoseva un pochi de lori (americani e inglesi) ..... e me ricordo che el me contava che certi in gruppi de cerini "stranamente" el ga visto 2 3 de lori che iera inglesi con addosso quelle divise la .... mi ve riporto ... ma gari i eventi e la memoria lo ga tradido ma no el ga mai cambiado version ..... ma credo de poder affermar che sti "sospeti" verso varie direzioni dimostra che la cosa comunque ga avudo unsviluppo con spinte provenienti da varie parti ..... la politica xe l'arte dell'imposibile.
Profilo Trova tutti i messaggi di RICKY13 Messaggio privato
Scontri 5-6 novembre 1953: un ricordo a 55 ani de distanza
Indice del forum » Storia de trieste
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora  
Pagina 1 di 2  
Vai a pagina 1, 2  Successivo
  
  
 Nuovo Topic  Rispondi  
Forumer.it © 2015