TRIESTE FORUM
login.php profile.php?mode=register faq.php memberlist.php search.php http://trieste.forumer.it

Indice del forum » Foto de Trieste » Trieste de una volta
Nuovo Topic  Rispondi Precedente :: Successivo 
Trieste de una volta
MessaggioInviato: Mar Feb 06, 2007 6:37 pm Rispondi citando
giacomin
Tutor
Registrato: 12/10/05 08:20
Messaggi: 1561
Località: Trieste






Molo San Carlo

Edificato tra il 1743 e il 1751, sulla carcassa dell’omonima nave da guerra affondata nel 1740 per cause rimaste sempre ignote. Aveva in origine 94,8 metri di lunghezza ed era congiunto alla città mediante un piccolo ponte di legno. Venne prolungato nel 1778 di 19 metri e di ulteriori 132 metri negli anni 1860 – 1861.

Sulle grosse bitte di pietra sono assicurate le gomene dei bastimenti, ormeggiati per le operazioni di carico e scarico delle merci e per il traffico dei passeggeri.

Sulla destra, in primo piano, alcuni bragozzi. I fanali a gas soni quelli della prima Usina fondata nel 1846.

( Coll. Edizioni “Italo Svevo”)


Ultima modifica di giacomin il Gio Feb 08, 2007 6:26 pm, modificato 1 volta in totale
Profilo Trova tutti i messaggi di giacomin Messaggio privato Invia email HomePage
MessaggioInviato: Gio Feb 08, 2007 6:36 pm Rispondi citando
giacomin
Tutor
Registrato: 12/10/05 08:20
Messaggi: 1561
Località: Trieste






Piazza Giuseppina

Ricorda l’imperatore che aveva sanzionato l’erezione del nuovo “borgo” nel 1788, esteso verso ponente della città.

Nel mezzo della piazza sorge la statua raffigurante l’Arciduca Ferdinando Massimiliano, diventato poi Imperatore del Messico, scoperta il 3 aprile 1875.

Il monumento è dell’altezza complessiva di nove metri e venne eseguito su modello dello scultore Giovanni Schilling. La statua rappresenta l’augusto principe in divisa di i.r. Ammiraglio austriaco che volge il suo sguardo verso Miramar, già sua residenza ufficiale.

Sulla piazza si prospetta la facciata del palazzo Revoltella (a destra), e altri decorosi edifici.

Si notano alcune vetture che attendono la venuta dei clienti e il tram a cavalli che attraversa la piazza.

Il molo che si protende in mare è il molo detto Giuseppino, costruito nel 1847 ed allungato nel 1860.

(Coll. Edizioni “Italo Svevo”)


Ultima modifica di giacomin il Ven Feb 09, 2007 11:47 am, modificato 1 volta in totale
Profilo Trova tutti i messaggi di giacomin Messaggio privato Invia email HomePage
MessaggioInviato: Dom Feb 11, 2007 4:18 pm Rispondi citando
giacomin
Tutor
Registrato: 12/10/05 08:20
Messaggi: 1561
Località: Trieste






Riva Carciotti

Deve il suo nome al palazzo che Demetrio Carciotti fece costruire da Matteo Pertsch in stile neoclassico tra gli anni 1799 – 1805 (quarto edificio a destra). La facciata principale di questo palazzo prospetta il mare e rappresenta uno degli edifici isolati più belli che vanti Trieste.

In primo piano, la chiesa dedicata alla SS. Trinità e a S. Nicolò della Comunità greco orientale. Eretto nel 1786, il tempio venne poi restaurato ed abbellito con i due campanili nel 1819 su disegno di Matteo Pertsch.

Sulla riva vi prospetta il grandioso edificio eretto da G. Degasperi, destinato a locanda, inaugurato il 1 giugno 1841 con il nome di Alberto principe di Metternich e che assunse poi il nome di Hotel de la Ville.

(Coll. Ciana).
Profilo Trova tutti i messaggi di giacomin Messaggio privato Invia email HomePage
MessaggioInviato: Lun Feb 12, 2007 11:43 am Rispondi citando
roby
Registrato: 15/12/06 15:57
Messaggi: 2456
Località: Trieste (Rozzol)




E non dimentichemo quel treno a vapor sulla linea delle Rive, che collegava la stazion della Ferrovia Meridionale (Südbahn) e quella originaria della ferrovia della Val Rosandra (soto viale Romolo Gessi), la cui "provvisorietà" ga durado fina alla sua soppression (1980)... Laughing
Chi non se ricorda i "trenazzi" che bloccava tutto el trafico per ogni auto posteggiada mal?
Roby
Profilo Trova tutti i messaggi di roby Messaggio privato
MessaggioInviato: Mer Feb 14, 2007 5:01 pm Rispondi citando
giacomin
Tutor
Registrato: 12/10/05 08:20
Messaggi: 1561
Località: Trieste






Piazza Grande

La principale della città moderna per l’importanza degli edifici che la delimitano Il giardino recintato venne piantato nel 1865. Nel mezzo della piazza si eleva il nuovo Palazzo municipale, edificato da Giuseppe Bruni nel 1873, ricostruendo e adattando il vecchio edificio Magistratuale.

La fila degli edifici sulla destra sono, in successione, il palazzo di Ferdinando Pitteri che Ulderico Moro costruì nel 1780, per conto del negoziante Domenico Plenario, più tardi passato in proprietà al conte Jovovich; l’Hotel Garnì, eretto per conto delle Assicurazioni Generali (Eugenio Geringer – Giovanni Rigetti, 1873), la nuova sede del Lloyd austro-ungarico (Heinrih von Festel, 1880 – 1883), costruita sotto la direzione tecnica dell’ing. Horwath sull’area occupata fino al 1878 dal mercato del pesce.

In primo piano sulla destra uno scorcio della Luogotenenza, costruita nel 1764 e alzata di un terzo piano nel 1825.

(Coll. Edizioni “Italo Svevo”)

_________________
Tutto passa.....meno el bus che te speti
Profilo Trova tutti i messaggi di giacomin Messaggio privato Invia email HomePage
MessaggioInviato: Dom Mar 04, 2007 10:45 am Rispondi citando
giacomin
Tutor
Registrato: 12/10/05 08:20
Messaggi: 1561
Località: Trieste






Piazza Cavana

Un’insolita inquadratura di piazza Cavana. La casa di fronte, che fa angolo con la via del Pesce, sarà tra breve demolita. Al suo posto sorgerà l’attuale edificio, dove si trasferirà la farmacia Serravallo che qui figura al pianterreno del palazzo fontana.
Questo palazzo venne costruito da Carlo Ottavio Fontana che acquistò dal Comune quel porticato ch’egli stesso aveva fatto costruire per conto del Comune, che voleva sistemarvi la nuova pescheria, non però realizzata.
Il Fontana acquistò allora il porticato, alzandolo di due piani a scopo di abitazione.

(Coll. Ciana)

_________________
Tutto passa.....meno el bus che te speti
Profilo Trova tutti i messaggi di giacomin Messaggio privato Invia email HomePage
MessaggioInviato: Dom Mar 04, 2007 10:58 am Rispondi citando
giacomin
Tutor
Registrato: 12/10/05 08:20
Messaggi: 1561
Località: Trieste







Via delle Sette Fontane

Questa immagine mostra la via nei suoi tratti iniziali. La via, allargata e regolata nel 1879, ha inizio dalla piazza della Barriera Vecchia e conduce verso l’altipiano e Zaule, in mezzo a campagne e villini. La via laterale a sinistra, che si intravede appena, è la via Media, aperta e regolata due anni prima.

A sinistra, davanti a un filare di casupole basse, si erge il maestoso edificio a tre piani della nuova scuola elementare detta “di via Ferriera”, quantunque il suo ingresso si trovi sulla via Media e la facciata principale prospetti sulla via Raffineria.

(Coll. Edizioni “Italo Svevo”)

_________________
Tutto passa.....meno el bus che te speti
Profilo Trova tutti i messaggi di giacomin Messaggio privato Invia email HomePage
MessaggioInviato: Mar Mar 06, 2007 6:17 pm Rispondi citando
giacomin
Tutor
Registrato: 12/10/05 08:20
Messaggi: 1561
Località: Trieste






Il villaggio di Servola

Sorge in cima ad un colle dal quale di dominano la baia di Muggia e la costa dell’Istria. Delle ville del territorio, Servola è quella che possiede il maggior numero di abitanti. La chiesa di San Lorenzo fu costruita nel 1844 su edificio preesistente. Consacrata nel 1850, fu elevata in quel’anno a parrocchia.

La strada che conduce al villaggio, ultimata nel 1824, sale a serpentina in mezzo al bosco, che nei tempi più antichi copriva l’intera penisoletta.

(Coll. Ciana)

_________________
Tutto passa.....meno el bus che te speti
Profilo Trova tutti i messaggi di giacomin Messaggio privato Invia email HomePage
MessaggioInviato: Mer Mar 07, 2007 4:15 pm Rispondi citando
giacomin
Tutor
Registrato: 12/10/05 08:20
Messaggi: 1561
Località: Trieste






Palazzo del Lloyd

Il nuovo grandioso palazzo del Lloyd austroungarico, si affaccia con la parte posteriore sulla via del Mercato Vecchio, occupata fino il 1878 dal mercato del pesce.
Su disegno dell’ingegnere Heinrich von Ferstel i lavori iniziarono il 6 dicembre 1880 e furono terminati due anni e mezzo dopo, il 17 giugno 1883.
Ispirato allo stile rinascimentale “esso consta di due piani, di un ammezzato e di un elevato pianoterra. La sua facciata principale prospetta il giardino el è ornata di un corpo avanzato adorno di ricco poggiolo al primo piano” dove, per l’altezza di due piani si colloca la grandiosa “sala dei congressi”.

Di fronte nella piazza è già sorto il nuovo palazzo del Governo al posto del precedente che aveva l’ingresso principale in via San Carlo, ed era sorto ancora nel 1764 per ordine di Maria Teresa, “ove c’erano gli uffizi dell’arsenale imperiale”.
Nella seconda immagine appaiono anche i lavori di allargamento delle rive.



(Coll. Sergio Busdon)

_________________
Tutto passa.....meno el bus che te speti
Profilo Trova tutti i messaggi di giacomin Messaggio privato Invia email HomePage
MessaggioInviato: Gio Mar 08, 2007 10:16 am Rispondi citando
giacomin
Tutor
Registrato: 12/10/05 08:20
Messaggi: 1561
Località: Trieste






Piazza d’armi

Dopo l’ampliamento della piazza d’armi, dietro la Caserma Grande, nel 1821, rimase libero un vasto terreno sul quale andò formandosi questo piazzale, ove si teneva preferenzialmente il commercio della paglia e del fieno. Il luogo in terra battuta venne denominato Piazza del Fieno.
Si notano in fondo lastre di arenaria per iniziare la pavimentazione.
Il grande capannone sulla destra è un deposito di legname, addossato al pubblico lavatoio, il cui ingresso si trova alla fine della piazza, verso la strada del Coroneo.
L’edificio lungo, accanto, è denominato il macelletto, nel quale in certe ore stabilite vengono visitati, pesati e bollati gli animali più piccoli destinati alla macellazione o già macellati.

(coll. Ciana)

_________________
Tutto passa.....meno el bus che te speti
Profilo Trova tutti i messaggi di giacomin Messaggio privato Invia email HomePage
MessaggioInviato: Gio Mar 08, 2007 10:28 am Rispondi citando
giacomin
Tutor
Registrato: 12/10/05 08:20
Messaggi: 1561
Località: Trieste







Contrada del Corso

La contrada del Corso all’altezza della piazzetta San Giacomo. La contrada, che divideva la città vecchia dalla nuova, ebbe questo nome nel 1783 quando, “sotto il governatore Conte Pompeo de Brigido incominciò negli ultimi giorni di carnevale a venir percorsa dalle carrozze”.
Antecedentemente aveva il nome di Contrada grande o della Porta di Vienna.
Percorsa nei due sensi dal tram a cavalli, la contrada appare accuratamente lastricata con i marciapiedi protetti dalle bizzarrie delle carrozze da una serie di colonnine, sulle quali sono pure posti gli impianti d’illuminazione a gas.

(Coll. Ciana)

_________________
Tutto passa.....meno el bus che te speti
Profilo Trova tutti i messaggi di giacomin Messaggio privato Invia email HomePage
MessaggioInviato: Lun Apr 02, 2007 6:53 pm Rispondi citando
giacomin
Tutor
Registrato: 12/10/05 08:20
Messaggi: 1561
Località: Trieste






Palazzo Panfilli

Sull’area un tempo occupata dal macello è sorto nel 1879 il grandioso palazzo Panfili, esso giace fra il piazzale della stazione, ricavato dall’interramento d’un basso fondale marino e le vie della Stazione, Geppa e Ghega. Più avanti dopo la via Ghega, si erge sulla stessa linea di fabbrica, il palazzo fatto erigere dalla famiglia Brunner. Il bel giardino in mezzo alla piazza venne costruito a cura della Società per gli abbellimenti di Trieste per conto del Comune. Dall’altro lato della piazza si intravede seminascosto dal verde, il palazzo Kallister eretto nel 1881.

(Coll. Sergio Busdon)

_________________
Tutto passa.....meno el bus che te speti
Profilo Trova tutti i messaggi di giacomin Messaggio privato Invia email HomePage
Trieste de una volta
Indice del forum » Foto de Trieste
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora  
Pagina 1 di 1  

  
  
 Nuovo Topic  Rispondi  
Forumer.it © 2015